Vaccino, commette un grave errore: medico licenziato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Un dottore in Germania ha per sbaglio inoculato una dose di vaccino Pfizer ad una bambina di 9 anni ed è stato licenziato.

Vaccino Anti-Covid (AdobeStock)
Vaccino Anti-Covid (AdobeStock)

Un grave errore ha messo nei guai un medico in un centro di Bobingen, in Baviera. Questo dottore, infatti, ha somministrato il vaccino ad una bambina di 9 anni. Secondo le leggi vigenti in terra tedesca è vietato inoculare il farmaco ai ragazzi al di sotto dei 12 anni.

Il medico è stato subito denunciato per lesioni colpose e licenziato in tronco. Subito dopo aver vaccinato la piccola si è scusato con il padre della bambina. A quanto pare il dottore doveva iniettare il farmaco a quest’ultimo, ma per sbaglio lo ha dato alla figlia credendola un soggetto a rischio.

Secondo quanto riportato dai media locali la bambina al momento sarebbe sotto costante osservazione. Fortunatamente non ha presentato alcun tipo di problema. L’allerta però resta molto alta. Intanto il medico è stato già licenziato per il suo errore.

Il vaccino fatto per sbaglio ha fatto piangere il dottore

La campagna vaccinale in Germania sta viaggiando spedita, ma deve rispondere a determinati dettami della comunità scientifica tedesca. La speranza naturalmente, per tutti, è che presto questo incubo possa terminare e che si possa tornare alla normalità.

Anche in Italia stiamo registrando buoni numeri per quanto concerne i vaccini inoculati. L’errore commesso dal medico in particolare riguardava il farmaco Pfizer. Secondo una prima ricostruzione padre e figlia sarebbero stati accolti nel centro vaccinale dal medico che avrebbe sin da subito rivolto le proprie attenzioni alla bambina.

LEGGI ANCHE >>> AstraZeneca, dopo il vaccino muore: la famiglia non si dà pace

A quanto pare però il padre non avrebbe fatto nulla per evitare che alla piccola venisse inoculato il vaccino pensando in uno scherzo. Secondo alcuni testimoni il dottore sarebbe anche scoppiato in lacrime una volta accortosi dell’errore.