Chi è Edoardo Sylos Labini: età, carriera, figli e vita privata dell’attore e regista

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Edoardo Sylos Labini è un attore, regista ed editore. Negli anni si è fatto conoscere per aver partecipato a molteplici serie televisive italiane. 

Edoardo Sylos Labini (Getty Images)
Edoardo Sylos Labini (Instagram)

Per gli appassionati di serie televisive, Edoardo Sylos Labini è sicuramente un volto noto. Tuttavia, la sua passione per la politica e la sua curiosità lo hanno spinto ad iscriversi nel partito politico Forza Italia e a dirigere Il GiornaleOFF. Conosciamolo meglio.

Edoardo Sylos Labini, chi è: età e carriera teatrale

  • Nome:Edoardo Sylos Labini
  • Data di nascita: 4 dicembre 1971 
  • Età: 49 Anni
  • Segno zodiacale: Sagittario
  • Luogo di nascita: Pomezia
  • Professione: Attore, regista ed editore

Edoardo Sylos Labini è un attore e regista teatrale e televisivo, nonché un famoso editore. E’ nato a Pomezia, in provincia di Roma, il 4 dicembre 1971. La sua passione per la recitazione arriva da giovanissimo, tanto che nel 1995 debutta in teatro accanto ad Alida Valli, nello spettacolo “Questa sera si recita” tratto dal soggetto di Luigi Pirandello.

Negli anni è stato sempre protagonista di numerosi spettacoli teatrali, calcando importanti palcoscenici ed è stato diretto da numerosi registi italiani: da Sepe a Marconi, da Pugliese a D’Alatri.

Il debutto in televisione

Nel 1998 è stato diretto da Franco Bernini per il suo primo film televisivo, “Sotto la Luna”. Da quel momento ha preso parte a moltissime produzioni: da “Un Posto al Sole” a “Don Matteo”, ma anche “Vivere”, “Incantesimo”, “I Liceali”, “Le tre rose di Eva” e moltissimi altri spettacoli.

Nel 2001 presta il suo volto nello storico spot pubblicitario, accanto a Luisa Ranira, in “Antologizziamo fa caldo”, diventando un vero e proprio tormentone che ancora oggi viene citato. Ad oggi è il consulente artistico del Teatro Manzoni di Milano.

La carriera da Editore

Non solo attore e regista, Edoardo è anche un importante Editore. Nel 2018 ha fondato il movimento culturale CulturaIdentità, del quale è anche Presidente. L’anno dopo ha lanciato l’omonimo mensile cartaceo – #CulturaIdentità – del quale è editore.

Ma la sua carriera nell’editoria parte anni prima, precisamente nel 2013, quando fonda e dirige la webzine IlGiornaleOff.it, un’estensione del famoso quotidiano italiano “Il Giornale”.

Attività politica

Edoardo Sylos Labini non ha mai mascherato il suo interesse per la politica e l’attualità. Infatti, spesso lo troviamo come ospite ed opinionista in salotti televisivi che trattano temi caldi della politica italiana. Questo suo interesse lo ha spinto ad iscriversi, nel 2014, al partito politico di Silvio Berlusconi Forza Italia.

Una scelta, sicuramente, non casuale visto che “il Cavaliere” ed Imprenditore italiano è stato anche suo zio acquisito quando era sposato con Luna Berlusconi.

Edoardo Sylos Labini: Vita privata e figli

Edoardo Sylos Labini e Luna Berlusconi (Google Images)
Edoardo Sylos Labini e Luna Berlusconi (Google Images)

Della vita privata di Edoardo si sa ben poco. Possiamo dirvi che il 16 settembre 2011 è convolato a nozze con Luna Berlusconi, la figlia di Paolo, nonché il fratello di Silvio. Da matrimonio è nata la loro unica figlia, la piccola Luce, avuta dalla coppia il 17 gennaio 2012.

Edoardo e Luna hanno annunciato la loro separazione a fine settembre 2015 con parole al veleno, infatti lui lamentava il fatto che la moglie era cambiata dopo che avevano aperto una casa di produzione insieme e avevano iniziato a lavorare fianco a fianco.

LEGGI ANCHE >>> Gabriele Romagnoli, chi è il marito di Paola Saluzzi? Figli, vita privata, libri

In un’intervista aveva dichiarato che per Luna aveva fatto tantissimi sacrifici e aveva rinunciato a tante cose. Inoltre, probabilmente a causa del suo matrimonio, non era stato chiamato più in nessuna fiction perché “gli artisti sono schierati dall’altra parte politica e la famiglia di mia moglie non è ben vista”.