“Una pandemia ogni 5 anni”: la catastrofica previsione degli esperti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:45

Secondo alcuni scienziati questa pandemia potrebbe essere la prima di una lunga serie ad intervalli di 5 anni l’una dall’altra.

Pandemia Covid (AdobeStock)
Pandemia Covid (AdobeStock)

Negli ultimi anni abbiamo fatto a malincuore amicizia con nuovi termini come pandemia e lockdown. Il Covid ha distrutto le nostre reti sociali. La cosa che però più ci spaventa di questo virus è che è cozzato fuori dal nulla. D’improvviso, da un mese all’altro, ci siamo ritrovati tutti rintanati in casa.

È la terra che si ribella, un tiro mancino della natura dopo anni di sfruttamento. A prescindere dalle teorie complottiste di un virus allevato in laboratorio, il Covid arriva a noi grazie a noi e ai nostri comportamenti. Questo virus non è di certo la prima pandemia che ci troviamo ad affrontare, ma soprattutto e purtroppo non sarà l’ultima.

L’allarme arriva direttamente dall’Inghilterra ed è di quelli catastrofici: “Affronteremo nuovi virus ogni 5 anni”. Ad affermarlo sulle colonne del Daily Star è Lidia Morawska, professoressa del Queensland University of Technology, che ha messo in guardia il mondo da nuove possibili pandemie.

Covid: c’è un po’ di luce in fondo al tunnel per questa pandemia

In particolare la scienziata ha puntato il dito contro il disboscamento e ha sottolineato come i governi del mondo dovrebbero imparare da questa situazione che stiamo vivendo. Insomma il Covid sembra essere un allarme che dovrebbe metterci in guardia da un futuro che potrebbe essere ancora più spaventoso.

La scienziata ha anche suggerita di migliorare per il futuro gli impianti di areazione nei luoghi pubblici così da restringere la possibilità che i germi si moltiplichino. Si parla già di un nuovo virus, la Malattia X, che verrebbe trasportata da alcuni particolari insetti.

LEGGI ANCHE >>> Covid, metodo bizzarro per combatterlo: la comunità scientifica smentisce

La Morawska in ogni caso ha concluso con un po’ di luce in fondo al tunnel. Secondo lei infatti il Covid diventerà con il tempo un semplice virus stagionale come una normale influenza. Ha anche dichiarato però che è impossibile capire al momento se avremo bisogno di un vaccino ogni anno.