Incendio divampa in un palazzo di 19 piani, miracolo dei soccorsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:58

A Londra è tornato l’incubo Grenfell Tower: un incendio ha minacciato i piani alti di un edificio residenziale. Il miracolo dei soccorritori.

Incendio - Londra (Getty Images)
Incendio – Londra (Getty Images)

Questa mattina, un vistoso incendio è divampato in cima ad un edificio di ben 19 piani a Londra, nell’area di Poplar, a est della capitale inglese.

Si tratta della Torre D del New Providence Wharf Estate, un complesso residenziale di nuova costruzione che ospita altre costruzioni simili per un totale di 1.535 appartamenti e un albergo della catena di hotel Radisson Blue.

Le fiamme hanno avvolto parte dell’ottavo, del nono e del decimo piano, rendendo particolarmente difficili i soccorsi delle persone residenti ai piani superiori. Ciononostante, i soccorritori hanno fatto miracoli.

Il Grande Incendio di Londra, di nuovo

Se non al drammatico “Great Fire Of London” del 1666, l’incendio aveva riportato alla memoria collettiva dei londinesi i fatti della Grenfell Tower. Allora, era il 2017, le fiamme divamparono rapidamente in un affollato e malmesso stabile pianificato dall’edilizia popolare, che costò la vita a ben 72 persone. Stavolta, fortunatamente, le cose sono andate in modo diverso.

Secondo l’emittente britannica BBC, sono prontamente intervenuti ben 125 uomini dei vigili del fuoco, coadiuvati da mezzi all’avanguardia, subito dopo l’allarme, verso le 9 locali. Tempestivo anche l’arrivo del soccorso medico, che ha assistito i residenti costretti fuori dalle proprie case e intossicati dai fumi dell’incendio.

Proprio la prontezza dei soccorsi è stata determinante per mettere sotto controllo le fiamme che si apprestavano a divorare l’edificio. Per ora, nessuna morto o ferito ospedalizzato e danni limitati alle proprietà della torre.

Se le lodi per i soccorritori non saranno mai troppe, lo stesso non si può dire per la politica.

LEGGI ANCHE >>> Le fiamme sono ancora alte ad Arzano: l’incendio non viene domato

l’opposizione laburista punta il dito contro il governo conservatore. L’edifico era costituita, come nel caso di Grenfell, da pannelli altamente infiammabili e ora vietati per le costruzioni. Boris Johnson sarebbe reo di non aver ancora aggiornato i piani edili e di non essersi adoperato per la rimozione i pannelli incriminati.