Muffa sul silicone della doccia? 4 alleati ‘rubati’ dalla dispensa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:17

Come togliere la muffa dal silicone della doccia?  Ecco qualche rimedio infallibile per una pulizia approfondita del vostro bagno, direttamente dalla vostra dispensa.

muffa silicone doccia

Il bagno è certamente la stanza più umida della casa, l’umidità e il vapore che si generano si posa sulle piastrelle, sulle pareti e sui mobili.

Nelle zone meno arieggiate questa combo può portare alla formazione di muffa che si va ad attaccare negli angoli, nelle fughe e nelle piastrelle.

Eliminare la muffa è uno step importante per la pulizia del nostro bagno, è quindi importante agire per tempo così da evitare che la muffa colonizzi l’intero box doccia.

LEGGI ANCHE>>>Pulizie di primavera, tra benefici e rischi per la salute

LEGGI ANCHE>>>Supermercati, occhio al prezzo: 5 trucchi utilizzati per farti spendere di più

Come eliminare la muffa dal silicone della doccia?

Quando nel nostro box doccia inizia a formarsi della muffa sul silicone che la ricopre il primo istinto è quello di eliminare quest’ultimo e procedere a una nuova applicazione. Tuttavia si tratta di una scelta drastica che può essere evitata se si prende in tempo la muffa.

Esistono infatti diversi metodi per procedere alla rimozione della muffa, con prodotti naturali e sopratutto senza spendere troppo tempo per questa operazione.

Attenzione: è estremamente importante munirsi di guanti e mascherine monouso quando si entra a contatto con la muffa, così da evitare rischi per la propria salute.

4 infallibili metodi per contrastare la muffa

Ecco quindi quattro trucchi per contrastare la muffa nel vostro box doccia e non solo.

1. Il Bicarbonato

Vuoi sbiancare i denti? Ecco l'ingrediente naturale che fa per te
Bicarbonato, Fonte foto: Pixabay

Il vostro primo alleato contro la muffa è il bicarbonato, un prodotto versatile che non dovrebbe mai mancare nella vostra dispensa. Il bicarbonato è spesso l’ingrediente base dei rimedi della nonna e anche con la muffa dimostra la sua efficacia.

Come creare un rimedio antimuffa con il bicarbonato?

Per creare un detergente antimuffa con il bicarbonato vi basterà munirvi di:

  1. 1 litro d’acqua,
  2. 3 cucchiai di sale fino da cucina;
  3. 3 cucchiai di bicarbonato;
  4. 3 cucchiai di acqua ossigenata

Miscelate il tutto in un flacone munito di spray e spruzzate il composto ottenuto sulla superficie da trattare. Lasciate agire per dieci minuti e poi strofinate con uno spazzolino.

Terminata questa operazione risciacquate con abbondante acqua. Non preoccupatevi se dopo il primo trattamento la muffa sarà ancora li, potreste dover ripetere l’operazione un paio di volte.

2. Il succo di limone combatte le muffe

Ebbene sì, anche il succo di limone può essere utile per combattere la muffa nel vostro bagno, sopratutto nei casi più complicati. Anche in questo caso si partirà con del bicarbonato, versato direttamente in polvere sulla zona interessata.

Il silicone va poi bagnato con abbondante acqua calda. Il tutto dovrà agire per circa trenta minuti. Nel frattempo in uno spruzzino miscelate:

  1. Acqua
  2. 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  3. Succo di un limone

La miscela così ottenuta va spruzzata sulla muffa, utilizzando poi la parte abrasiva di una spugna per grattare via lo sporco.

3 La soluzione ecologica, l’Acido Citrico

Ancora poco conosciuto l’Acido Citrico è un composto naturale presente negli agrumi e dal PH non troppo acido. È reperibile in erboristeria o nei negozi che vendono prodotti biologici.

Questo acido può essere utilizzato in svariati modi:

  1. Disgorgante
  2. Anti Calcare per superfici
  3. Anti Calcare per il WC
  4. Disincrostante per la lavatrice
  5. Brillantante
  6. Ammorbidente naturale
  7. Detergente per vetri
  8. Dopo Shampoo per un’azione anti crespo (diluendone una piccola quantità in un litro d’acqua)

Il basso contenuto chimico lo rende del tutto innocuo, tuttavia è sempre consigliabile non maneggiare il prodotto a mani nude.

L’Acido Citrico contro la muffa

Anche sulla muffa l’azione dell’Acido Citrico non delude ed’è un’alternativa più ecologica rispetto all’Aceto Bianco. Ecco come ottenere il vostro composto anti muffa:

  1. 1 l Acqua
  2. 150 g Acido Citrico

La miscela così creata andrà lasciata agire sulla muffa per circa 15 minuti. Dopodi.ché procedete alla rimozione della muffa con una spugnetta abrasiva

4. Aceto bianco per le muffe più complicate

Altro ingrediente indispensabile per i rimedi della nonna è l’Aceto Bianco, utile contro il calcare, per pulire il forno e anche per contrastare la muffa. Come creare una soluzione spray antimuffa? Vi servirà:

  1. 2 tazzine di Aceto Bianco
  2. 2 Litri d’Acqua

Anche in questo caso il composto ottenuto andrà lasciato agire sulla muffa per circa 10 minuti, servendovi poi di una spugna abrasiva per rimuovere il tutto.