“Papà ci metteva le catene”, il dramma di Francesco Benigno

Francesco Benigno racconta la sua infanzia a Oggi è un altro giorno, ricordano anche alcuni momenti molto difficili della sua vita.

Nella puntata di Oggi è un altro giorno in onda oggi, 26 febbraio 2021, Serena Bortone ha accolto nel suo studio di Via Teulada Giancarlo Magalli e l’attore palermitano Francesco Benigno.

Entrambi gli ospiti si sono raccontanti con grande generosità e verità ai microfoni di Rai 1, senza risparmiare sui momenti più crudi delle rispettive vite. Il racconto che forse ha colpito di più è quello dell’attore palermitano che ha svelato qualche dettaglio in più della sua infanzia difficile.

LEGGI ANCHE>>> Giancarlo Magalli, doppia vita come i supereroi: cosa fa quando non è in Tv?

LEGGI ANCHE>>> Oggi è un altro giorno, colpaccio per Serena Bortone: incredibile ma vero

Francesco Benigno, il racconto sul padre: “Mi legava”

Come svelato ai microfoni di Oggi è un altro giornoFrancesco Benigno ha avuto una vita tutt’altro che facile. “Le famiglie erano numerose, non si riusciva a badare a tutti, io avevo questo padre con un carattere molto forte, a seconda di come gli andava nel gioco – perché era un giocatore d’azzardo -. Tornava a casa e se la prendeva con tuttiha spiegato l’attore.

“E ci metteva le cippe, noi le chiamavamo così, erano le catene alle caviglie. Ci incatenava con un pezzo di catene e ci metteva l lucchetto e tu non potevi neanch camminare” un racconto davvero duro, che ha colpito Serena Bortone e i suoi ospiti.

“È stata dura, perché poi è arrivata questa triste notizia di mamma che era malata, aveva un tumore all’intestino” ha aggiunto poi.

A cambiare per sempre la sua vita l’incontro con Marco Risi, che gli ha dato l’occasione della vita: Mary per sempre. Pensare che a quel provino Francesco aveva solo accompagnato un suo amico, quel film gli permise di guadagnare 3 milioni di lire.

Per Ragazzi Fuori ha avuto invece 15 milioni di euro, al tempo lavorava ancora ai mercati di Palermo, come venditore di patate. Poi il successo lo ha travolto e le persone hanno iniziato a riconoscerlo per strada.