Luca Zingaretti come Paolo Bonolis: è polemica sulle repliche

Luca Zingaretti come Paolo Bonolis si è lamentato della grande quantità di volte in cui le repliche del suo Montalbano sono andate in onda. Il motivo.

Luca Zingaretti
foto Instagram

Sta per tornare in onda il Commissario Montalbano con un nuovo e inedito episodio dal titolo Il metodo Catalanotti che per il momento è l’ultimo a dover ancora andare in onda.

Adesso in attesa di capire se in futuro ci sarà la possibilità di realizzare dei nuovi episodio, possibilità a cui l’attore non ha chiuso la porta, si torna a parlare di un argomento sempre riferito alla fiction ma con una piega decisamente diversa.

Il marito di Luisa Ranieri ha infatti, messo in evidenza il suo malumore sulle troppe repliche di Montalbano cosi come Paolo Bonolis fece per quelle di Ciao Darwin su Canale Cinque.

LEGGI ANCHE>>> “Addio Montalbano” Luca Zingaretti saluta il personaggio

LEGGI ANCHE>>> Luca Zingaretti chi è? Carriera e vita privata

Luca Zingaretti, repliche di Montalbano: “l’esagerazione non va bene”

Luca Zingaretti
Fonte Instagram – @ _.doublek

Luca Zingaretti sta per fare il suo ritorno in tv con il nuovo episodio del Commissario Montalbano che almeno per il momento è l’ultimo di quelli inediti con la speranza che in futuro la storia possa essere ripresa.

Quello che forse nessuno si aspettava di ascoltare dalla sua voce sono state le parole che l’attore romano ha espresso in conferenza stampa a proposito delle repliche che sono state mandate in onda durante la pandemia: “capisco che in pandemia le repliche facevano audience. La Rai ci ha guadagnato. Però le esagerazioni non vanno mai bene”.

Parole che hanno spiazzato tutti e che sono arrivate anche con l’appello dello stesso attore di far sapere a tutti che quelle che andrà in onda è una puntata totalmente nuova dal titolo Il metodo Catalanotti, di cui sappiamo già un piccolo spoiler. Il protagonista ha infatti ammesso che Montalbano perderà la testa per una donna molto più giovane di lui.

Ad ogni modo, le sue parole hanno ricordato quelle di Paolo Bonolis che proprio quest’estate aveva espresso lo stesso dubbio a proposito delle repliche che Canale Cinque aveva mandato in onda di Ciao Darwin.