Roma, festino abusivo in casa al Salario: multati 15 ragazzi giovani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:25

Beccati in quartiere centrale della Capitale a fare festa, tra alcolici e il totale disinteresse delle misure di sicurezza.

Erano riuniti in una casa del quartiere Parioli, tutti ragazzi della “Roma Bene”, ma sono stati fermati e multati.

Nella Capitale il festino abusivo è stato segnalato da alcuni vicini di casa, i quali sentendo musica e chiasso hanno subito avvertito gli agenti del Distretto di Salario-Parioli.

Arrivati sul posto gli agenti hanno ritrovato 15 persone, tra ragazzi e ragazze giovani e giovanissimi, fare festa e divertirsi senza rispettare le normative anticovid.

Sono stati tutti immediatamente identificati e multati dalle forze dell’ordine.

Roma, festino abusivo in casa al Salario: multati 15 ragazzi giovani

Già precedentemente alle vacanze di Natale era iniziata la smania di festa e di non rispettare le regole imposte dal nuovo Dpcm.

Il 29 dicembre scorso erano in totale 14 i partecipanti alla festa di compleanno organizzata a Marsciano, in provincia di Perugia, tutti tra i 18 ed i 24. Appena scoperti dai Carabinieri sono stati multati per assembramento e mancato utilizzo dei mezzi di protezione.

Alla festa come se non bastasse sono stati anche trovati 200 gr di hascish. Denunciato anche il responsabile della struttura, che oltretutto è stato contestato di non rispettare la normativa covid anche per quanto riguarda la ristorazione ed è stato cosi proposto di fargli chiudere l’esercizio.

Una effrazione simile era avvenuta a Pescate, provincia di Milano, dove i residenti di alcune abitazioni hanno chiamato le forze di polizia per una festa organizzata nel quartiere. Erano 30 le persone invitate e scoperte dalle forze dell’ordine, le quali hanno immediatamente provveduto ad effettuare circa 12 mila euro totali di multa.

Un altro episodio era poi successo prima delle feste natalizie a Lecco, dove un circolo sportivo ha organizzato un party privato non autorizzato con ancora circa 30 persone. I residenti si sono insospettiti vedendo moltissime macchine parcheggiate sulla strada provinciale ed hanno allertato le forze dell’ordine, i quali sono intervenuti trovando tutti gli invitati sul posto, identificandoli uno ad uno e multandoli.