Governo, social network e politica: tutti i ministri senza social della squadra Draghi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41

Sono ben 5, compreso il Presidente del Consiglio Mario Draghi, i nuovi Ministri che non posseggono alcun social network.

 

Oramai con la nuova digitalizzazione anche la politica ha subito un imprinting legata ad una comunicazione tramite social media.

Durante il Governo di Giuseppe Conte, sicuramente la comunicazione social aveva avuto una particolare rilevanza, soprattutto in pieno periodo di pandemia, dove in particolare la piattaforma Facebook del precedente Presidente del Consiglio dei Ministri era stata fondamentale.

Tramite la diretta programmata di uno dei social più usati dagli italiani, Conte riusciva a riunire il popolo con conferenze stampa di aggiornamento sulla situazione del virus e nei mesi di lockdown, su possibili cambiamenti o modifiche sui Dpcm istituzionali.

Governo, social network e politica: tutti i ministri senza social della squadra Draghi

Dei 23 Ministri prescelti da Mario Draghi, come detto 5 non hanno nessun social network: Daniele Franco (Economia e Finanze), Enrico Giovannini (Infrastrutture), Giancarlo Giorgetti (Sviluppo economico), Marta Cartabia (Giustizia) e Luciana Lamorgese (Interno, era anche l’unica senza account nell’esperienza del Conte-bis).

Secondo le statistiche generali del totale di seguaci del Governo entrante, si parlerebbe di un totale di 6 milioni e 600 mila followers, contro i 13 milioni e 600 mila del Governo Conte, quasi la metà in meno dunque.

Di questi i più seguiti sono certamente il Ministro Di Maio con circa 4 milioni di followers ed il Ministro Franceschini con circa 500 mila.

Nel Conte-bis i ministri presenti su Facebook erano il 96% mentre nell’attuale Governo la percentuale è scesa al 58%, su Instagram la percentuale era prima dell’83% invece adesso è al 54%, su Twitter si passa dal 96% al 67 per cento.

Dovranno dunque certamente implementare la presenza sui social e cercare di avere più consensi possibili.