Matteo Renzi a tutto campo: “Io il più impopolare del paese”

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il leader di Italia Viva in una riflessione completa sul particolare momento storico del nostro paese. La crisi? Ecco perchè.

Matteo Renzi
Matteo Renzi (Facebook)

Insieme a Mario Draghi e Giuseppe Conte, senza ombra di dubbio il personaggio del momento, e per sua stessa ammissione, forse, il più impopolare. A molti, quasi a tutti, non è andata giù quella che i più hanno considerato una scellerata manovra politica per disfarsi di Giuseppe Conte, mentre altri, molto pochi, quasi apprezzano le sue doti da politico navigato, doti che spesso, gli osservatori hanno persino definito sprecate per l’utilizzo fatto.

Quello che è certo, è che oggi Matteo Renzi, ex presidente della provincia di Firenze, ex sindaco di Firenze ed ex Presidente del Consiglio, ha più che chiare le idee rispetto all’uscita dall’ultimo Governo Conte. L’esempio più chiaro di tutti lo ha fatto quando ha spiegato che se dobbiamo spendere 200 miliardi di euro, sarebbe più felice li spendesse Mario Draghi piuttosto che Giuseppe Conte. La sintesi, insomma, risulta essere abbastanza chiara.

LEGGI ANCHE >>> Sostegno a Renzi inaspettato: è una grillina a salvarlo

LEGGI ANCHE >>> Renzi spaccatutto, sceglie Draghi e rompe csx e cdx

Matteo Renzi a tutto campo: “In Arabia Saudita in atto processo mai avuto finora”

In merito alla sua tanto chiacchierata, recente, visita in Arabia Saudita, Matteo Renzi ha dichiarato: “Chi conosce l’Arabia Saudita sa che sotto la leadership del principe bin Salman sta attuando il più ambizioso progetto della storia della regione, che prevede notevoli passi in avanti nella cultura, nell’innovazione e nel campo dei diritti. L’Arabia è il nostro principale partner strategico nella regione, cruciale per combattere l’estremismo”

Rispetto poi all’attuale situazione, legata alla ricerca di una maggioranza larga per sostenere un Governo Draghi, l’ex pd ha dichiarato: “Se mi scocciassero le critiche farei un altro mestiere. La corrente thailandese del Pd non mi riguarda, io sto sui contenuti”. Il riferimento è chiaramente a Goffredo Bettini. Inoltre smentisce un accordo sottobanco con Matteo Salvini.