Ricordate la mille lire con Giuseppe Verdi? Il suo valore oggi è da capogiro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:56

Pezzo quasi unico nel suo genere, banconota entrata nell’immaginario collettino del paese. Tutte le valutazioni.

Mille lire Verdi
Mille lire Verdi (Facebook)

Piccoli tesori nascosti in casa, o inconsapevolmente conservati senza nemmeno conoscerne il reale valore. Monete, banconote, quanto possono valere determinati “pezzi” che a volte, forse, nemmeno consideriamo? La verità è che possono valere tanto, cosi come possono valere poco, a volte ancora quasi niente. In questi casi si considera ad esempio l’integrità della banconota, se di banconota si tratta, lo stato di conservazione, eventuali danni, e via discorrendo.

Uno dei pezzi da collezione più ambiti nel nostro paese è la cosiddetta mille lire di Giuseppe Verdi. La serie introdotta dalla Banca d’Italia nel 1962 e terminata con la messa in soffitta dell’Euro nel 2001, ha dedicato decennio dopo decennio, una facciata della banconota ad un personaggio assolutamente rilevante della storia del nostro paese. Questo è uno di quei pezzi, che potreste ritrovarvi in casa ad esempio, magari a vostra insaputa. Ma quanto potrebbe valere, beh, dipende da tutta una serie di fattori.

LEGGI ANCHE >>> In casa avete queste vecchie 10 Lire? Ecco quanto valgono

LEGGI ANCHE >>> Lire da 10 centesimi, oggi valgono una fortuna: la quotazione aggiornata

Ricordate la mille lire con Giuseppe Verdi? Ecco le valutazioni delle varie banconote

Chiaramente, come anticipato, ad influire sul valore di una banconota tanto datata possono esserci numerosi fattori. Lo stato di conservazione, la data di emissione, la serie dalla quale la banconote è stata generata. Prendiamo ad esempio la famosa mille lire con Giuseppe Verdi. In quel caso, parlando di un ottimo stato di conservazione, la giusta data di emissione e tutto il resto, avremo una valutazione che in alcuni casi ha anche raggiunto i 1000 euro.

Chiaramente altri pezzi sono stati venduti ad importi più bassi, 700 o 800 euro, ma anche di meno, perchè magari in cattive condizioni.