Giulio Scarpati, il dramma dell’Alzheimer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:27

Giulio Scarpati e quel dramma vissuto, un dolore incredibile che ha visto coinvolta tutta la sua famiglia. Ecco il suo racconto.

Giulio Scarpati
Fonte Foto GettyImages

Questo pomeriggio torna un nuovo appuntamento con Oggi è un altro giorno, tra gli ospiti attesi per questa puntata uno dei volti di punta di Rai 1, Giulio Scarpati. Conosciuto, tra gli altri, per il ruolo di Lele Martini nella fortunata fiction Un medico in famiglia.

L’attore qualche anno fa ha rivelato ai suoi fan un dramma che ha colpito la sua famiglia, sul quale ha anche scritto un libro. Si tratta di una malattia terribile che ha colpito la mamma del noto attore.

LEGGI ANCHE>>>Lino Banfi, la malattia della moglie non ferma l’amore: il gesto che commuove

LEGGI ANCHE>>> “Consigliarono l’aborto”, il dramma di Massimiliano Ossini e sua moglie Laura

Oggi è un altro giorno, Giulio Scarpati: la malattia della mamma

Fonte Foto GettyImages

Giulio Scarpati ha deciso di raccontare la malattia di sua madre, colpita dal morbo di Alzheimer: È una malattia costosa a livello economico e in termini psicologici perché i parenti non riescono mai a capire come prendere le persone. Se avessi avuto un aiuto avrei commesso meno errori.”

Anche per questo motivo Scarpati ha voluto scrivere un libro nel quale raccontare la sua malattia “Ti ricordi la Casa Rossa? Lettera a mia madre”, la donna è scomparsa nel 2014. Un dolore davvero grande per il noto attore che ha voluto condividere con gli altri la sua esperienza.

Lele Martini torna in Un medico in famiglia

In un recente intervista di Lino Banfi il suo figlio per fiction ha voluto fargli un saluto a Oggi è un altro giorno. Giulio Scarpati e Banfi hanno infatti rivelato “Si è legata una parentela come già esistesse. Capitava a volte che mi commuovevo e Giulio diceva che non era previsto nel copione e anche lui si commuoveva con me.”

“Ho cercato di rubare un pochetto da lui” ha ammesso poi Scarpati, parlando del rapporto che lo lega a Banfi, sul quale inizialmente nutriva qualche dubbio in merito all’attore per via di alcuni ruoli del passato, tuttavia ben presto ha compreso la levatura dell’uomo e dell’attore.