La promessa fatta a Solange: i progetti e i sogni infranti

Eseguita l’autopsia sul corpo di Solange, morto per cause naturali il 7 gennaio. Gli amici gli hanno fatto una promessa e la manterranno

Solange
Fonte foto: Facebook

Il 7 gennaio 2021 è venuto a mancare Marco Bucinelli, in arte Solange. Il sensitivo, 68 anni, è stato trovato morto nella sua dimora di Mortaiolo, dopo che per alcuni giorni non aveva più risposto alle chiamate degli amici.

È stata eseguita l’autopsia sul corpo, ma per la relazione ufficiale del medico legale occorrerà attendere ancora. Tuttavia sembra che l’esame abbia attribuito le cause del decesso ad un infarto.

Ieri, nello studio di Pomeriggio Cinque, condotto da Barbara D’Urso, gli amici di Solange Francesca Vallini e Davide Dell’Omodarme hanno parlato del caso, ricostruendo le ultime ore di vita del sensitivo.

LEGGI ANCHE >>> Solange è morto: il dramma, addio al sensitivo trovato senza vita

LEGGI ANCHE >>> Amaro risveglio per Barbara D’Urso: si mette male

Solange, la promessa degli amici: “Vogliamo realizzare i suoi progetti”

Solange è morto: il dramma, addio al sensitivo trovato senza vita
Solange (fonte foto: Instagram, @solangesolesensitivo)

Gli amici hanno ricostruito gli ultimi istanti di vita del sensitivo e personaggio tv. In particolare, hanno attirato l’attenzione le dichiarazioni di Francesca che ha affermato di aver sentito per l’ultima volta al telefono Solange nella tarda serata del 6 gennaio.

La donna ha raccontato: “Era abbastanza tranquillo e penso che il malore fatale sia insorto nella notte oppure al mattino dopo quando io l’ho chiamato più volte e lui non rispondeva. Non era mai accaduto“.

Davide, invece, ha fermamente smentito la tesi di Vladimir Luxuria, che sosteneva che Solange soffrisse di depressione: “Paolo era pieno di vita e di progetti”, ha raccontato. Poi la promessa fatta all’amico scomparso: “Progetti che noi ora vogliamo realizzare in sua memoria”.

Nella serata del 3 gennaio Solange ha deciso di non essere ricoverato, dopo aver ricevuto le cure al pronto soccorso di Cisanello, dal momento che non stava bene. Francesca è tornata sull’argomento e ha detto: “Ribadisco che neanche noi amici più cari sapevamo che Paolo avesse problemi legati alla glicemia. Lui ha detto che sabato notte si sentiva meglio dopo le cure e ha firmato per tornare a casa. Il motivo forse è che domenica mattina aveva un collegamento per ‘Uno mattina-In famiglia’ a cui teneva moltissimo”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news