Accoltella la sua ex in pieno centro: non accettava la fine della storia

Una vicenda incredibile, un 17 ha accoltellato la sua ex ragazza, perchè non si rassegnava all’idea che la loro storia fosse finita.

Auto carabinieri

E’ successo a Napoli, pieno centro. La ragazza sta tornando a casa ai Quartieri Spagnoli, il suo ex, l’attende in Piazza del Plebiscito. I due si incontrano, lui non si rassegna al fatto che la loro storia fosse finita. Parlano, poi lui l’abbraccia, in quel momento, in quel preciso istante, il 17enne sferra il colpo, una coltellata alla gola, e scappa via. La ragazza, spaventata ma assolutamente lucida, chiede aiuto ai carabinieri che la soccorrono.

Il giovane, viene rintracciato dopo poco, in un altro quartiere della città, San Lorenzo. Le forze dell’ordine lo trovano in casa sua. Ha fatto sparire  i suoi vestiti, poi ritrovati, quelli che indossava al momento dell’aggressione alla sua ex, ma non ha fatto altrettanto con l’arma che possedeva, quel coltello, ritrovato poi nella stessa casa del ragazzo. Il giovane è stato arrestato e dovrà rispondere all’accusa di tentato omicidio, per quel gesto, assurdo, ma per fortuna non mortale, sferrato alla ragazza che aveva deciso che la loro storia d’amore era ormai finita.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, pieni di debiti causa pandemia: finiscono sotto il giogo degli usurai

LEGGI ANCHE >>> Vergogna a Napoli: picchiano rider e gli rubano lo scooter (VIDEO)

Accoltella la sua ex in pieno centro: la ragazza guarirà in dieci giorni

Per la ragazza, trasportata all’Ospedale Pellegrini di Napoli, dieci giorni di riposo, e per fortuna niente di tanto grave, come invece poteva purtroppo essere. Una vicenda terribile, avvenuta in pieno giorno, sotto gli occhi dei passanti, in una piazza solitamente molto popolata. L’epilogo è per fortuna non tragico, ma cosa sarebbe potuto accadere se il colpo avesse ferito in maniera diversa la ragazza?

La violenza, troppo spesso utilizzata per risolvere ogni cosa, levare via ogni macchia, sempre ed in ogni caso. Malattia dalla quale, purtroppo, non si riesce a guarire.