Giani richiama la politica alla responsabilità, le avanguardie sono i Presidenti di regione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:56

Politica è responsabilità, Giani positivo “Dalle crisi talvolta viene fuori anche un impulso nuovo e spero che questo avvenga”

“In questo momento è importante avere tutti senso di responsabilità, per capire che il Paese vive un momento delicato. L’importante è che ci sia costruttività di rapporti”. Così a Start, su Sky TG24, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani parlando della verifica interna al Governo.

“Se può offrire un rilancio, magari con qualche nuova presenza, può anche essere una fase che, dalla crisi, rilancia e sviluppa il Paese. Il Recovery Fund è una grande sfida e se c’è più concertazione, se sono ascoltati di più anche Regioni, Comuni ed enti locali nei progetti che portiamo, è un fatto positivo. Dalle crisi talvolta viene fuori anche un impulso nuovo e spero che questo avvenga”.

Intanto in Toscana è on line il nuovo sito che consentirà a chiunque di seguire in tempo reale l’andamento della campagna di vaccinazione anti Covid, avviata in Toscana il 27 dicembre scorso. A presentare il nuovo portale web https://vaccinazioni.sanita.toscana.it il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

“Tutto il sistema sanitario regionale è impegnato non solo nel garantire punti di vaccinazione capillari ed efficienti in ogni area della Toscana, ma anche nel rendere pubblica, e quindi trasparente, ogni fase del processo – ha detto Giani -. Chiunque potrà seguire l’avanzamento della campagna vaccinale e rendersi conto dell’importanza storica di questa operazione di sanità pubblica e dell’impegno straordinario degli operatori impegnati in prima linea e non solo, cui va il nostro più profondo ringraziamento”.

LEGGI ANCHE >>> L’attesa per i vaccini e l’arcobaleno delle emergenza italiana

LEGGI ANCHE >>> Il PD ritira tutte le accuse, Grillo e Zingaretti fanno la pace?

Giani richiama la politica alla responsabilità, Presidenti avanguardie. Tutti stanchi delle frizioni interne alla maggioranza

Il governo è ancora fermo sugli attriti che si sono scatenati attorno al Recovery Fund. La maggioranza, interna alla maggioranza, si dice aperturista. Le novità sono state immaginate per andare incontro alle esigenze di Italia Viva. Dal canto loro i renziani non accolgono questa visione, poiché non hanno avuto nulla di sostanziale in mano. Ma solo un abstract di 13 pagine, che a loro dire non potrebbe mai essere sufficiente per giudicare la gestione di spesa di 209 miliardi.

Le voci moderate, come quella di Eugenio Giani, per natura pretendono una riconciliazione tra le parti. I presidenti di regione sono infatti le avanguardie di queste battaglie, e quasi in coro chiedono stabilità per avere una linea guida da seguire. La voce del neo eletto presidente Toscano si aggrega alle lamentele mosse già da Zaia e Bonaccini, che in questi giorni hanno richiamato la politica alla responsabilità. Con negozi chiusi e coprifuoco attivo da un anno, è impensabile che giochi di potere rallentino le operazioni.