Piano pandemico, le novità in attesa delle grandi polemiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:56

E’ stata resa nota la bozza del piano pandemico, tra le direttive delle novità difficili da digerire

Secondo il documento gli operatori sanitari sono “sempre obbligati, anche durante la crisi, a fornire le cure migliori, più appropriate, ragionevolmente possibili.

Tuttavia, quando la scarsità rende le risorse insufficienti rispetto alle necessità, i principi di etica possono consentire di allocare risorse scarse in modo da fornire trattamenti necessari preferenzialmente a quei pazienti che hanno maggiori probabilità di trarne beneficio”. Lo si legge nella bozza del Piano pandemico 2021-23, che affronta anche la questione degli aspetti etici legati alla minaccia pandemica.

LEGGI ANCHE >>> Nel mondo esistono località covid free, anche l’Italia ne può vantare due

LEGGI ANCHE >>> I familiari vittime di Bergamo: qualcuno deve pagare, pronte le denunce

Piano pandemico, le novità in attesa delle grandi polemiche. Intanto in assenza di risorse priorità a chi può beneficiarne

Sono arrivati subito i commenti di alcuni esponenti del mondo della politica, tra questi anche il leader di Italia Viva Matteo Renzi. Sul suo profilo Facebook commenta così “Presentato il Piano Pandemico nazionale. Dice: “Se ci sono poche risorse, bisogna scegliere chi curare.” Ho una idea più semplice. Se ci sono poche risorse, prendiamo il MES. Ci vuole tanto a capirlo?”.

Inatnto il bollettino giornaliero racconta di 12.532 positivi al tampone per il coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 448. Ieri i positivi erano stati 18.627, i morti 361. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 91.656 tamponi per il coronavirus in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 139.758. Il tasso di positività sale al 13,6%, a fronte del 13,3% di ieri (+0,3%).

In totale i casi da inizio epidemia sono 2.289.021, le vittime 79.203. Gli attualmente positivi sono 575.979 (-3.953), i dimessi e i guariti 1.633.839 (+16.035). In isolamento domiciliare ci sono 549.734 persone (-4.156).