Il dramma segreto di Enrico Mentana, così ha perso il suo più caro amico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:34

Un racconto toccante e totalmente inaspettato quello di Enrico Mentana, che ha colpito tutti raccontando il suo dramma segreto: la morte del suo più caro amico.

enrico mentana dramma

A dare il via al racconto di Enrico Mentana, un post su Instagram di Leonardo Pieraccioni che commentava il documentario Netflix “San Patrignano Luci e tenebre”, sottolineando quanto sia rimasto colpito dalla potenza di una vita salvata.

Sotto al post arriva il commento del giornalista, che sarà oggi ospite di Francesca FialdiniDa Noi a Ruota Libera. Le sue parole hanno molto colpito il popolo del web e in tanti hanno partecipato al suo dolore.

LEGGI ANCHE>>>Che gaffe Mentana! Il lanciafiamme contro la folla: erano le scene di un film!

LEGGI ANCHE>>>Enrico Mentana contro il deputato 5 stelle: “le direi che è un cogl***.

Enrico Mentana, il lutto è ancora vivo: “L’ho perso così”

Il noto giornalista, che in questi giorni è sulla bocca di tutti per via di una gaffe in diretta, che ha scomodato perfino Striscia la Notizia. È passato quindi in sordina il commento che Enrico Mentana ha lasciato sotto al post di Leonardo Pieraccioni, condividendo un dramma che purtroppo è comune a molti.

“Uno dei miei amici più cari fu ucciso dall’eroina ha infatti scritto, lasciando davvero tutti senza parole. “Allora, negli anni 80, la sua diffusione era devastante ricorda infatti, sottolineando come quella droga sia stata una delle più grandi onte degli anni Ottanta del Nocevento.

“I giardini di ogni quartiere di Milano erano centri di spaccio, i prati disseminati di siringe” ricorda poi, spiegando come Vincenzo Muccioli non venne visto di buon occhio quando decise di fondare la comunità.

“Credo che abbia salvato molte più vite di tanti eroi osannati” ha continuato “Ricordo per quanti genitori disperati, per quante mamme picchiate e derubate da chi avevano messo al mondo San Patrignano fu l’ultima speranza, e la salvezza.” Una stoccata poi allo Stato: “Allora lo stato non faceva NULLA per il recupero dei tossicodipendenti, e quella di Muccioli era l’unica comunità laica, insieme alle prime dei “don” più coraggiosi. Andrebbe ricordato con gratitudine dalla nazione. Il resto è fiction.”

Una testimonianza davvero forte quella di Enrico Mentana, che ha colpito in molti con le sue parole.