Sky Tg 24, gaffe ‘hot’ in diretta: il video diventa virale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:29

Lo ha fatto di nuovo, a distanza di un paio di settimane la giornalista di Sky Tg 24 cade nella medesima gaffe: il video in pochi minuti diventa virale.

Stessa giornalista e medesima gaffe per Sky Tg 24 a distanza di una ventina di giorni, in pochi minuti il web va in tilt per il video virale, ma cosa è successo?

Facciamo un passo in dietro, la campagna di vaccinazioni anti Covid è da circa un mese l’argomento più gettonato nei vari talk e nei vari Tg.

Tuttavia qualche settimana fa la confusione era ancora tanta, forse ‘troppa’ ma ecco cosa è successo a Sky Tg 24.

LEGGI ANCHE>>>Il meglio del peggio, gaffe Tv: Signorini fuorionda | L’ira della Bortone | Arisa

LEGGI ANCHE>>>Domenica In, che gaffe per Mara Venier: lo scivolone in diretta

Sky Tg 24 la gaffe sul vaccino anti Covid-19

Nell’edizione di oggi di Sky Tg 24 la giornalista Cristiana Mancini cade nella medesima gaffe che poco più di venti giorni fa l’ha fatta diventare virale sul web. Il tema è sempre lo stesso: la campagna vaccinale, tuttavia questa parola non sembra proprio entrarle in testa al punto da cadere nel medesimo errore. Anche oggi la giornalista annunciando il servizi ha detto: “Nonostante fosse iniziata la campagna vagin…vaccinale nel paese.” Esattamente come la volta precedente, la giornalista ha invertito la parola ‘vaccinale’ con ‘vaginale’ generando l’ironia generale.

Il video è stato ovviamente ripreso da Trash Italiano e in pochi minuti è diventato virale sul web, raccogliendo numerosi commenti divertiti. “Non vedo l’ora di vagginarmi” ha scritto un utente, seguito a ruota da un altro che ha ribattuto: “Se è così mi vaccino subito.” Tuttavia è un altro il dettaglio che colpisce.

La giornalista dopo aver sbagliato la parola da un pugno sul tavolo, un gesto probabilmente involontario ma che ha subito scatenato l’ironia generale“Il pugnetto sul tavolo, che vuol dire veramente di tutto, è poesia.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano)