Crisi di Governo prosegue lo scontro, Renzi: “Sfidiamo Conte in Parlamento”

La crisi di Governo sembra ormai essere entrata nel vivo. La sfida di Conte a Renzi, e la risposta dell’ex premier.

Conte Renzi
Conte Renzi (Facebook)

Renzi e Conte fanno sul serio, la vita dl Governo, sembra essere al momento appesa alla sfida tra questi due uomini. Da un lato la consapevolezza di stare agendo nel modo più opportuno per risollevare le sorti del nostro paese, parliamo di Conte, dall’altra, invece, una visione diversa delle cose, una proposta politica ed una linea sull’utilizzo dei fondi europei che arriveranno nel nostro paese, completamente diversa da quella della maggioranza.

La sfida è sui fondi del Recovery Fund, sulla gestione delle risorse che arriveranno nel nostro paese, sulla tipologia di utilizzo di tale risorse, sulla condotta da intraprendere circa la gestione di tale dinamica. Renzi e Conte, insomma, sono discordi su praticamente tutto. Una posizione tante volte sottolineata dall’ex premier, arrivato a minacciare una uscita dalla maggioranza, che a questo punto si fa più concreta e probabile che mai.

LEGGI ANCHE >>> Conte in conferenza stampa: Noi stiamo lavorando al futuro del Paese

LEGGI ANCHE >>> Crisi di Governo, le parole di Matteo Renzi: Meglio l’opposizione

Crisi di Governo prosegue lo scontro, Renzi: la sfida all’ultimo voto

Lo scontro decisivo, con ogni probabilità ci sarà il prossimo 7 gennaio in aula, con Conte convinto di poter sopravvivere e Renzi altrettanto convinto di accettare la sfida del Presidente del Consiglio in carica, certo, probabilmente di riuscire a ribaltare tutto. Matteo Renzi ha infatti dichiarato: “Se le nostre idee danno fastidio, andiamo all’opposizione. Conte ha scelto di andare a contarsi in aula – continua – accettiamo la sfida“.

In merito alla questione è intervenuta anche l’ex ministro del Governo Renzi, Maria Elena Boschi, che ha dichiarato: “Se le nostre idee non piacciono, allora le nostre poltrone non servono. Secondo me Conte fa affidamento sui transfughi in Parlamento”.