Coronavirus, scuola materna chiusa: 39 positivi ed oltre 200 in quarantena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:47

Il focolaio scoppiato nella scuola materna, ha costretto i dirigenti a prendere la sofferta decisione per motivi di sicurezza.

Scuola materna
Scuola materna (Facebook)

Un focolaio scoppiato in una scuola materna di Milano, ha subito allarmato centinaia di famiglie. I positivi, tra alunni ed insegnanti sarebbero 49, con altri circa 200 bambini in quarantena. Una situazione che ha obbligato, in qualche modo, a prendere la sofferta decisione di chiudere la scuola, assicurando in questo modo la tutela della salute di tutti, con la speranza di riaprire al più presto, una volta passata la delicata situazione.

La cosa però, non è piaciuta a molti genitori dei bambini, che hanno denunciato la poca chiarezza della dirigenza scolastica in merito a tutta la vicenda. Il caso di alcune positività tra i bambini già in quarantena non ha di certo fatto sorridere i genitori, a questo punto preoccupati dal tipo di organizzazione che vige presso l’istituto scolastico dei propri figli. Genitori che hanno pubblicamente manifestato il proprio dissenso anche con interviste a quotidiani.

LEGGI ANCHE >>> Questione scuola, il virologo Crisanti attacca: Non è ancora sicura

LEGGI ANCHE >>> Ufficiale: rientro a scuola a partire da dopo le feste

Coronavirus, scuola materna chiusa: la rabbia dei genitori dei piccoli coinvolti

“Noi contestiamo la mancanza di trasparenza – spiega Silvia, mamma di uno dei bambini in quarantena -. Le informazioni sono arrivate a scaglioni e in modo confuso: il 20 dicembre ci hanno detto che le classi coinvolte erano solo quattro su dieci, poi è girata la voce che i bambini e gli insegnanti contagiati fossero in realtà molti di più, lunedì la notizia della chiusura della scuola“.

“Se, come sembra, si sapeva già da domenica o da addirittura prima cosa stesse succedendo, perché non ce lo hanno comunicato? Avremmo evitato di portare i bambini dai nonni prima dell’inizio della zona rossa, così invece abbiamo messo in pericolo la vita dei nostri anziani”. Questa la posizione generale delle madri dei bambini iscritti presso l’istituto scolastico milanese.