Addio 2020: l’ultimo saluto a Patricia Millardet, Franco Lauro e Gazzoni Frascara

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Tre personaggi, distintisi nel proprio settore per abilità ed estrema professionalità, cinema, giornalismo ed imprenditoria.

Patricia Millardet
Patricia Millardet (Facebook)

13 aprile. Muore, all’età di 63 anni, in seguito alle complicazioni derivanti da un attacco cardiaco, Patricia Millardet. Francese di nascita, attrice fine ed amata dal pubblico, ha iniziato la sua carriera in Italia, recitando con diversi grandi registi, tra i quali Lizzani ed i fratelli Taviani. Il ruolo che le diede assoluta popolarità resta quello del magistrato Silvia Conti nella serie tv “La piovra”, in cui recitava accanto a Michele Placido. Una perdita significativa per il cinema italiano.

Addio 2020: Franco Lauro

Franco Lauro
Franco Lauro (Facebook)

14 aprile. Giornalista colto e sensibile, si spegne a Roma, in seguito ad un infarto, Franco Lauro, volto Rai e voce di mille imprese sportive. La sua vita, trascorsa a raccontare pagine su pagine di sport nazionale e non, è stata caratterizzata dal lavoro in Rai, per la quale ha condotto per molti anni la celebre trasmissione calcistica 90esimo minuto. Sue le telecronache di numerosi mondiali di calcio ed europei. Suo il racconto di olimpiadi e tornei internazionali di basket. Una voce, un volto, amato da tutti, che mancherà al panorama televisivo e giornalistico italiano.

LEGGI ANCHE >>> Addio 2020: l’ultimo saluto a Luis Sepulveda, Little Richard e Michel Piccoli

LEGGI ANCHE >>> Addio 2020: l’ultimo saluto a Lucia Bosè, Gianni Mura e Joe Amoruso

Addio 2020: Giuseppe Gazzoni Frascara

Giuseppe Gazzoni Frascara
Giuseppe Gazzoni Frascara (Facebook)

24 aprile. In seguito ad una lunga malattia, muore all’età di 84 anni, Giuseppe Gazzoni Frascara, imprenditore noto in Italia per l’Idrollitina, e proprietario della squadra di calcio di Bologna. E’ nel calcio, oltre che nell’imprenditoria nostrana che fa valere la sua voce e le sue abilità. Acquista il Bologna nel 1993 e lo conduce verso stagioni esaltanti, arrivando ad acquistare, decretandone il definitivo rilancio dopo annate non particolarmente felici, anche Roberto Baggio. Fu tra i più accesi accusatori del calcio corrotto ai tempi dell’inchiesta denominata calciopoli. Se ne va, una bella pagina del calcio italiano degli ultimi decenni.