Orrore in casa, abusata dal compagno di sua madre: 16enne confessa tutto

Una storia incredibile che a come protagonista, suo malgrado una 16enne, abusata dal compagno della propria madre.

Ragazza abusata
Ragazza abusata (Facebook)

Una vicenda incredibile che arriva da Pisa. Una ragazzina di appena 16 anni, abusata, o quantomeno destinataria di richieste a sfondo sessuale e tentativi di approcci da parte del compagno della propria madre, un uomo, di origini filippine di 62 anni. L’uomo denunciato per violenza sessuale, aveva più volte provato ad avere approcci a sfondo sessuale con la ragazzina, chiaramente nei momenti in cui la madre di lei era assente.

In una di queste occasioni, la giovane ragazza si è addirittura rinchiusa in camera sua, per sfuggire alle attenzioni, chiamiamole cosi, del 62enne. Una volta rientrata la madre, la ragazza è uscita dalla propria camera ed ha confessato tutto. A questo punto sono intervenute le forze dell’ordine, alle quali, la giovane ha raccontato tutte le violenze subite, e gli atteggiamenti del compagno di sua madre.

LEGGI ANCHE >>> Ancora una maxirissa tra ragazzi in città: Violenza inspiegabile in strada

LEGGI ANCHE >>> La zona rossa c’è, la maxi rissa pure: botte da orbi in Campania (VIDEO)

Orrore in casa, abusata dal compagno di sua madre: la giovane allontanata dal suo contesto familiare

Le forze dell’ordine, una volta a capo della situazione, hanno subito disposto per l’allontanamento della ragazza dall’attuale contesto familiare, ottenendo, l’affido della 16enne presso una struttura adeguata, in attesa che la situazione prenda una piega diversa. Per l’uomo, l’accusa di violenza sessuale. Un’accusa che evidentemente tiene conto di tutte le pressioni e gli approcci praticati sulla giovane ragazza, figlia della sua compagna.

Un’altra incredibile storia di violenza. Una 16enne vittima delle attenzioni morbose del compagno di sua madre. L’idea di poter disporre in ogni modo, a proprio piacimento di una donna, oppure in questo caso di una ragazzina, minorenne. Considerazioni barbare, di individui con evidenti disturbi celati.