Loreto, un caso di variante Covid: non ha avuto nessun contatto con Londra

Dopo i primi casi italiani di rientro dall’Inghilterra, ora un caso anomalo di una persona che non aveva avuto precedenti con il Regno Unito.

Covid: i medici della prima ondata, prima eroi, ora denunciati

Si era sottoposta al tampone perché affetta da un fortissimo raffreddore. Da li il rilevamento anomalo del Laboratorio di Virologia degli Ospedali Riuniti di Ancona: il paziente è affetto dalla variabile Covid che si è diffusa nel Regno Unito. 

La cosa strana è che questo paziente non aveva mai avuto contatti o collegamenti diretti vicini a Londra e alla Gran Bretagna. Ora il paziente è in isolamento con la famiglia dopo il risultato del tampone molecolare.

Sulla questione è intervenuto il direttore del Laboratorio di Virologia degli Ospedali Riuniti di Ancona Stefano Menzo: “Nel frattempo abbiamo approfondito gli accertamenti e ora sappiamo che si tratta della variante inglese”.

Loreto, un caso di variante Covid: non ha avuto nessun contatto con Londra

Nella giornata di ieri un italiano che dimora a Londra aveva dato la sua esperienza di come sia questa nuova forma del virus, dopo averlo contratto.

Adriano è un giovane calabrese di 29 anni, vive a Londra e lavora come barman in un tipico pub inglese. Ha contratto il nuovo ceppo del Covid e ne ha raccontato la sintomatologia.

“Potrei essere uno dei pochissimi italiani ad aver contratto, fino ad ora, il ceppo mutato del coronavirus. Che io lo abbia preso me lo ha confermato il laboratorio dove ho eseguito il tampone. Mi hanno detto che il quartiere a sud di Londra in cui vivo e i sintomi che gli ho raccontato lasciano pensare che possa essere proprio il nuovo ceppo”.

Intanto molti paesi europei, tra cui l’Italia, hanno momentaneamente chiuso i collegamenti con il Regno Unito.