Serena Bortone, quell’insegnamento che non ha mai dimenticato

Serena Bortone ha svelato un particolare della sua infanzia che ha molto colpito i fan, ecco quell’insegnamento che non ha mai dimenticato, tutto merito della mamma.

Serena Bortone
Serena Bortone Fonte Foto Instagram

La vita privata di Serena Bortone è un vero e proprio mistero, non sono molte le informazioni che abbiamo sui suoi genitori e la sua famiglia. Sappiamo che è molto legata a sua madre, Annamaria, con la quale condivide la passione per la lettura.

In una recente intervista ha parlato della sua infanzia, ricordando di essere stata una bambina cicciottella e suo questo punto ha detto: “E da sempre temo che chi è stato grassottello da piccolo rischi di conservare un qualche senso di inadeguatezza.”

LEGGI ANCHE>>>Serena Bortone l’ira durante la trasmissione: “Fate silenzio!”

LEGGI ANCHE>>>Serena Bortone, il segreto dal passato spiazza i fan: lo avreste mai detto?

Serena Bortone, l’insegnamento che le ha cambiato la vita

Serena Bortone e quel dettaglio
Foto Instagram

Nel corso della sua infanzia Serena Bortone s è avvicinata al mondo della letteratura, prima attraverso i libri di Don Milani, grazie ai quali ha imparato l’attenzione e la cura verso il prossimo.

C’è stato tuttavia un libro in particolare che ha segnato la sua formazione, si tratta del Diario di Anne Franck e in particolare un passaggio da cui ha tratto un grande insegnamento.

Da bambina sua madre le fece imparare a memoria un brano tratto dal libro: “Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ucciderà anche noi, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità.”

In occasione della Giornata della Memoria del 2019 la Bortone ha riportato il brano scrivendo: “Da bambina mia madre mi fece imparare a memoria il brano che contiene questa frase. Da allora la storia di Anna Frank è entrata nelle mie viscere. La discriminazione è il peggiore dei mali. Quello da cui tutto comincia. Impariamolo a memoria.” 

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news