Luigi era da poco diventato papà: non lo vedrà crescere il figlio, colpa del Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:09

Appena 43 anni e un’attività commerciale che era un punto di riferimento per la cittadina di Qualiano, nel Napoletano. Il commovente post del sindaco.

Quarantatré anni appena. Luigi se l’è portato via il coronavirus, un male che ha già dimostrato di non saper risparmiare nessuno. La sua lotta l’ha condotta nelle ultime tre settimane, dopo quella positività riscontrata e che, nel giro di pochi giorni, lo ha portato ad aggravarsi irrimediabilmente. Con la sua famiglia viveva a Qualiano, a pochi chilometri da Napoli. La sua battaglia si è conclusa all’ospedale Cotugno di Napoli.

Luigi come Giustina, morta nella sua Polignano a Mare a soli 39 anni. Andato via troppo presto, lasciando la sua famiglia nel dolore e nello sconcerto la propria cittadina, dove era molto conosciuto. Il suo negozio di elettrodomestici era un punto di riferimento per la comunità. Così come la giovane collaboratrice scolastica lo era per i suoi bambini.

LEGGI ANCHE >>> Giustina lascia i suoi bambini, morta di Covid a 39 anni: “Si è spento un fiore”

LEGGI ANCHE >>> “Ci resterà per sempre il ricordo del grande papà” Muore medico in prima linea

La tragedia di Luigi, portato via dal coronavirus: sconvolta la cittadina di Qualiano

Il 43enne aveva contratto il coronavirus. E, al momento, è l’unica informazione certa. Sembra che l’uomo non avesse malattie pregresse ma questo non sposta poi molto. L’unica vera certezza è il dolore atroce subito dalla sua famiglia. Da sua moglie in particolare, da poco diventata mamma. Un bimbo di 9 mesi, il sapore della felicità appena assaggiato. Prima della diagnosi e dell’inizio della lotta, sfiancante, condotta fino all’ultimo con coraggio.

Commovente il post di cordoglio apparso sul profilo del sindaco di Qualiano, che ricorda Luigi e l’importanza nella comunità del paese dell’hinterland napoletano. “Un giovane della nostra terra – lo definisce il primo cittadino – che a soli 43 anni è stato sconfitto da questo maledetto virus. Nessuna parola può essere di consolazione per la famiglia e per tutti coloro che hanno conosciuto ed apprezzato Luigi. Giungano a loro, in silenzio ed in doveroso rispetto, le condoglianze di tutta l’Amministrazione comunale di Qualiano”. E anche quelle di un Paese che piange una delle sue vittime più giovani.