Vaccino, Mattarella come Elisabetta II: pronto a dare l’esempio

Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, come rivelato da Il Foglio, si vaccinerà appena possibile. Pronto a dare l’esempio agli italiani.

Sergio Mattarella
Italy’s President Sergio Mattarella (Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images

Sergio Mattarella come la regina Elisabetta II. Il Capo dello Stato, come fatto sapere dal Quirinale, si sottoporrà al più presto al vaccino contro il coronavirus. A rivelarlo è proprio il Colle, come riferito dal Foglio, nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione del tutto simile a quella che vedrà protagonista la sovrana d’Inghilterra. “Una questione educativa” la definisce il quotidiano.

“Il Quirinale ci fa sapere – scrive l’edizione online del giornale – che Mattarella farà il vaccino anti Covid, rispettando l’iter e senza scavalcare nessuno. E ci fa sapere anche che, se c’è bisogno, per una questione educativa, di dare un riscontro mediatico alla vaccinazione verrà fatto nelle forme più opportune”. Una mossa importante in una fase in cui la sperimentazione del vaccino è ormai, in casi come il Regno Unito, allo step della somministrazione.

LEGGI ANCHE >>> Elisabetta II è una vera Regina: ecco cosa farà per il suo popolo

Vaccino, Mattarella come Elisabetta II: lo farà appena sarà possibile

Il Presidente della Repubblica, a ogni modo, si vaccinerà quando sarà possibile. E lo farà, spiegano, senza anticipare le categorie indicate come quelle che godranno della precedenza nella vaccinazione. I più fragili, gli anziani, le persone più esposte a rischio per diversi motivi. La strategia italiana non subirà variazioni anche se, al momento, non è chiaro quando precisamente verrà avviata la campagna vaccinale nel nostro Paese.

Nei giorni scorsi, infatti, era emerso come, se da un punto di vista delle dosi l’Italia potrebbe essere pronta alla vaccinazione già a gennaio, a mancare potrebbero essere le siringhe per la somministrazione. Quelle scelte dal commissario all’Emergenza, Domenico Arcuri, sarebbero infatti migliori da un punto di vista delle prestazioni ma più costose. E, quindi, non immediatamente reperibili sul mercato, come nel caso di quelle scelte dalla Francia.

A ogni modo, quando l’Italia sarà pronta, lo sarà anche il Presidente della Repubblica. Pronto a dare l’esempio al proprio Paese. E non solo come Capo dello Stato ma anche come cittadino.

LEGGI ANCHE >>> Contagiare giovani sani al covid per velocizzare la ricerca sul vaccino