Coronavirus, la soluzione per il Natale: “Tutta l’Italia in zona gialla”

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il Governo si appresta ad affrontare le festività natalizie e lancia una serie di indicazioni molto preziose per i cittadini.

Boccia
Francesco Boccia (Facebook)

Francesco Boccia, ministro per gli Affari Regionali, è intervenuto ancora una volta sul tema ormai ricorrente delle festività natalizie. Secondo il ministro tra quindici giorni sarà possibile avere tutta l’Italia, o almeno gran parte di essa in zona gialla. Una misura, una situazione che in qualche modo dovrebbe proiettare il paese in una condizione di stabilità rispetto all’emergenza di Covid19.

Lo scenario auspicabile è frutto del grosso lavoro fatto dalle istituzioni e reso possibile grazie al prezioso sostegno dei cittadini, che con atteggiamenti responsabili, almeno la stragrande maggioranza di essi, hanno portato il paese verso una più gestibile situazione, anche se in alcune regioni resta alta l’emergenza e la pressione sul sistema sanitario.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, il ministro Boccia sicuro: Coprifuoco anche a Capodanno

Coronavirus, la soluzione per il Natale: “Non ne siamo ancora venuti fuori”

Boccia ha inoltre parlato dei provvedimenti che di fatto caratterizzeranno Natale e Capodanno, con un occhio particolare alla possibilità concreta che in certe occasioni potrebbero verificarsi degli assembramenti che devono essere a tutti i costi evitati. Il risultato potrebbe essere la salvaguardia del lavoro svolto insieme tra istituzioni e cittadinanza.

Anche il ministro della Salute, Roberto Speranza ha sottolineato l’esigenza di salvaguardare quanto fatto, perchè al momento non siamo ancora del tutto fuori dall’emergenza e quindi un passo indietro significherebbe proiettarsi verso una terza ondata, vanificando tutto il lavoro svolto fino a questo punto.

LEGGI ANCHE >>> Il coprifuoco ci sarà e si rispetta: Speranza spegne le vigilie di festa