Ancora una falla nella sicurezza: morti due operai a Vibo Valentia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:41

Ancora notizie scioccanti da un posto di lavoro in Italia. A Vibo Valentia, morti due operai a causa di un cavo elettrico.

Ancora falla nella sicurezza sul lavoro: morti due operai a Vibo Valentia
Il luogo dell’accaduto (Fonte foto: web)

Un bilancio assolutamente negativo, quello che riguarda l’incidente accaduto oggi a Filogaso, in provincia di Vibo Valentia.

L’incidente sul luogo di lavoro, ha provocato la morte di due operai, uno di 42 anni ed un altro di 43, entrambi di San Pietro a Maida.

Leggi anche >>> Multati in fila, per la mensa: i poveri pagheranno la crisi?

Cavi elettrici non sicuri: morti due operai

Vito Iellamo, italiano di 42 anni e Gabriel Daniel Popan, 43 anni di origine romena, vivevano nello stesso paesino, ma quella di oggi è stata la loro ultima giornata lavorativa. Poco dopo le 11 infatti, gli uomini del 118 sono stati avvertiti e sono corsi sul posto. Purtroppo, non sono riusciti a salvare nessuno dei due uomini.

Erano intenti a riparare una grondaia, in un palazzo di Filogaso, quando hanno per sbaglio, urtato dei cavi elettrici che forse non dovevano essere lì. Ancora una morte al lavoro, moltissime quelle che si sono verificate in Italia nell’ultimo anno. Pochi mesi fa, un operaio fu inavvertitamente schiacciato da un trattore, perdendo la vita. Per quanto riguarda il caso di Vibo Valentia, sul posto sono giunti anche vigili del fuoco ed il procuratore, Camillo Falvo. Ed ancora, i carabinieri di Maierato.

Obiettivo dei militari, capire come mai i due lavoratori abbiano toccato quei cavi. Erano fuori città il sindaco ed il suo vice, Massimo Trimmeliti e Daniele Rachieli: entrambi si sono detti desolati per la notizia e sono tornati subito per accorrere sul posto. Intanto la zona è stata transennata ed è al vaglio delle forze dell’ordine. Al momento, non ci si può lavorare e nemmeno avvicinarvisi.

Leggi anche >>> Mamma violenta: testa nella lavatrice e niente cena a Natale