La Calabria perde altri pezzi, arrestato il presidente del consiglio regionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07

Domenico Tallini, esponente di Forza Italia è stato arrestato dopo un’attenta indagine delle forze dell’ordine.

Domenico Tallini
Domenico Tallini (Tgcom)

Domenico Tallini, esponente di Forza Italia e Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, arrestato  e posto ai domiciliari in seguito ad un’indagine delle forze dell’ordine. Tali indagini, lo vedranno costretto a difendersi dalle accuse di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. Accuse pesanti per l’esponente politico calabrese, in una regione già fortemente colpita negli ultimi giorni sul piano politico organizzativo.

Secondo l’accusa, il politico ha tirato su , insieme all’appoggio della Cosca Aracri, una società di distribuzione di prodotti medicinali, con numerosi i vantaggi, certificati dalle indagini in favore del soggetto criminale. Una relazione, quest’ultima, troppo spesso frequente in certe realtà, che porta a situazioni di profondo imbarazzo e di grande rabbia. Certi scenari non dovrebbero esistere in una società basata sul rispetto delle leggi, in cui la politica ha ancora un ruolo chiave.

LEGGI ANCHE >>> Reggio Calabria, donna uccisa a colpi di ascia: il marito era geloso

La Calabria perde altri pezzi: il commento di Nicola Morra, della commissione antimafia

Un commento decisamente forte è arrivato dal presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra. L’uomo, in passato si era espresso negativamente in merito alla candidatura di Domenico Tallini, alle regionali calabresi  di inizio 2020. Secondo il codice di autoregolamentazione della Commissione Antimafia, quindi, Tallini era impresentabile. All’epoca lo stesso Morra fu accusato di mettere in atto una vendetta personale ai danni del politico.

Ma i fatti, oggi, dicono che Morra aveva ragione. Stando a quello che è successo oggi, a quanto  è stato evidenziato dalle indagini delle forze dell’ordine, Morra non sbagliava.  Tallini dunque agli arresti domiciliari, in una regione che da settimana vive una situazione di profondo disagio dovuta alla pressante emergenza Covid19.

LEGGI ANCHE >>> Grave lutto nel mondo della poltica: morta Jole Santelli, presidente della Calabria