Coronavirus, ancora De Luca all’attacco: lettera al Prefetto di Napoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:20

Il governatore De Luca, ha inoltrato al Prefetto della città partenopea una missiva in cui chiede maggiori provvedimenti.

 

 

Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha ripreso la sua ormai personalissima battaglia contro le infrazioni, contro le sufficienze e contro il non rispetto delle più etiche norme da parte dei cittadini della sua regione. Nei giorni scorsi, se l’era presa con i sindaci pur di assicurare che alcune città della regione non venissero investite da fiumi di persone, a questo non è servito, e i fatti di Napoli lo dimostrano pienamente.

La Campania è rimasta zona gialla dopo un’attenta valutazione del Governo e del suo tavolo tecnico, ma De Luca aveva dichiarato cha avrebbe accettato anche la zona rossa purché fosse riconosciuto il grande lavoro della regione in fase di prevenzione. Ma anche in questo caso, la stretta non è arrivata, e quindi il governatore si è rivolto al Prefetto della città partenopea, per chiedere che si dispongano interventi stringenti e mirati per evitare che si rivedano scene come quelle dello scorso fine settimana.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, le parole di Crisanti: Siamo in ritardo, De Luca ha ragione

Coronavirus, ancora De Luca all’attacco: stop agli assembramenti

Giura guerra agli assembramenti inutili, giura guerra alle calche ingiustificati nei luoghi delle passeggiate e dello shopping. De Luca chiede che si alzi la guardia insomma, e che si proceda con regoli più forti, quasi a costringere le persone a starsene a casa, senza rischiare il contagio per nulla. La battaglia del governatore continua, ed oggi cerca il supporto del Prefetto della città partenopea, protagonista, la città, in negativo negli ultimi giorni per l’atteggiamento dei suoi cittadini.

 

Lettera De Luca Prefetto
Lettera De Luca al prefetto

A questo punto si attendono le prossime mosse del Governo per capire in quale direzione si andrà dopo l’aumento ancora forte dei contagi in alcune regioni e soprattutto quello dei decessi legati al contagio.

LEGGI ANCHE >>> Napoli è esplosa, la protesta contro De Luca rischia di sfuggire di mano (VIDEO)