Giorgio Panariello sulla morte di Franco, suo fratello: “E’ morto per colpa d’altri”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:32

Giorgio Panariello in diretta a Domenica In ha raccontato della morte di suo fratello Franco, affermando dii volerne parlare per sciogliere una volta per tutti i dubbi sul suo conto.

Giorgio Panariello
Fonte Instagram – giorgiopanarielloreal

Per lungo tempo si è infatti pensato che Franchino, così come lo chiama Giorgio, fosse morto di overdose. Le notizie sul suo conto sono sempre state poche e frammentate e proprio per questo, per ridare verità e dignità a quel fratello tanto amato che Giorgio Panariello ha voluto scrivere un libro per lui.

Franchino Panariello è scomparso nove anni fa e proprio per lui ha voluto scrivere un libro per raccontare la storia di questo fratello, di cui ha conosciuto l’esistenza solo dopo la sua nascita: “La preoccupazione per me era nascondere i giocattoli” ha scherzato Giorgio.

Entrambi cresciuti senza sapere chi fosse il loro padre, Giorgio cresciuto con in nonni e Franchino in collegio, poi fu presentato dalla mamma, che per tanto tempo per il noto artista è stata solo una donna elegante che arrivava, piena di regali, per le feste.

LEGGI ANCHE>>>Giorgio Panariello, il doloroso ricordo: “Non ho mai conosciuto mio padre”

Domenica In, Giorgio Panariello ricorda la morte di suo fratello Franco

Dopo le indagini e un lungo processo è finalmente emersa la verità sulla morte di Francesco Panariello, inizialmente si pensava che a stroncato fosse stata un overdose, oggi Giorgio ha voluto raccontare quello che è accaduto veramente. L’uomo ha accusato un malore durante una cena con degli amici, i quali anziché agire responsabilmente, lo hanno abbandonato sul ciglio della strada: “Buttato come fosse un materasso usato, tra i cespugli davanti al mare di Viareggio.” La causa della morte di Franchino è stata l’ipotermia.

Lo racconta Giorgio durante la sua intervista a Domenica In, dove non può non ricordare con affetto quel fratello che vedeva ogni tanto, al quale si è legato veramente solo all’età di sedici anni. “Tra me e Franco la differenza l’ha fatta la fortuna” racconta Giorgio nel suo libro Io sono mio fratello. Un destino avverso fin dalla nascita per Franco, che nato un anno dopo del suo fratello maggiore è stato cresciuto in collegio.

LEGGI ANCHE>>>Giorgio Panariello prende il posto di Carlo Conti: come sta il conduttore?