Torna la guerriglia anti Governo a Roma, Lamorgese: “delinquenti infiltrati”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:54

Roma torna in piazza a protestare contro il coprifuoco e lo fa con la stessa violenza dei giorni scorsi. Incendi e lancio di pietre: feriti.

Il centro di Roma nuovamente messo a ferro e fuoco da gruppi di manifestanti anti governativi. Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, non ha dubbi e ha appena dichiarato al Tg1: «Credo che debba essere sempre garantito il diritto di manifestare perché siamo in uno Stato democratico però in questo momento ci sono delle frange estremiste che si stanno inserendo e stanno strumentalizzando questo periodo di grave pandemia».

Tensione altissima ancora una volta in piazza del Popolo, che sembra la base preferita dai gruppi di estrema destra mischiati a Ultrà di Roma e Lazio. Era in atto una manifestazione pacifica delle vittime del Covid e del dpcm di Conte, quando sono comparsi almeno duecento uomini incapucciati che hanno iniziato a tirare di tutto verso la Polizia, già in tenuta antisommossa.

LEGGI ANCHE >>> Roma, commercianti ed imprenditori in piazza: Ci state rovinando

Torna la guerriglia anti Governo a Roma: presenti i leader di Forza Nuova

La frangia di manifestanti incappucciati ha cominciato a lanciare bombe carta, petardi e fumogeni. La polizia ha risposto con gli idranti e effettuato cariche per disperdere il gruppo. Sono stati incendiati parecchi cassonetti, l’aria era irrespirabile tra i fumi dei lacrimogeni e l’odore acre degli incendi.

Ci sono già alcuni fermati. Alla manifestazione partecipavano anche i leader di Forza Nuova Roberto Fiore Giuliano Castellino. La zona è ancora presidiata dalle forze dell’ordine con mezzi idranti e blindati è c’è anche un elicottero a sorvolare l’area.

Il tam tam sui social aveva richiamato in piazza commercianti, ristoratori e semplici cittadini. Alle 17 si erano riuniti in piazza Cavour poi il corteo era partito verso piazza del Popolo. Tanti cori e insulti al premier: «Conte vaff», «Libertà», «Te ne vai o no, te ne vai sì o no?».

Ieri proteste anche nei quartieri capitolini di Centocelle, Trastevere e Tiburtino. La paura del ministro Lamorgese è che a cavalcare il malcontento siano movimenti estremisti in contatto con la criminalità organizzata.

Il VIDEO degli scontri

LEGGI ANCHE >>> Roma, la protesta dei commercianti: birra a terra in Piazza Trilussa