Ospiti per il lockdown stuprano dodicenne, la Lega: “Castrazione chimica!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:14

Il capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Lazio Angelo Tripodi spera in provvedimenti drastici per coloro che compiono abusi sessuali

Tripodi
Fonte Facebook – Angelo Tripodi

Le vicende di violenza sulle donne e sui minori sono sempre più numerose. Per questo servono dei provvedimenti in grado di scoraggiare una volta per tutte coloro che compiono questi gesti riprovevoli.

La Lega già da qualche tempo aveva proposto la castrazione chimica per gli stupratori, in modo tale che non possono più rovinare le vite altrui. A ribadire questa posizione ci ha pensato Angelo Tripodi capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Lazio. 

“Si tratta di una tematica di estrema attualità. Ci auspichiamo pene severe e senza sconti per questi soggetti” – ha tuonato l’esponente del Carroccio. 

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, news: inviare foto hard in chat “è violenza sessuale”, cosa si rischia

L’ira di Tripodi scatenata dalla violenza ad una 12enne di Fondi

A provocare la reazione di Tripodi è stato il caso della ragazzina indiana di appena 12 anni, abusata da tre uomini della sua stessa nazionalità durante il lockdown. Erano ospiti della sua famiglia e approfittando dell’assenza del padre hanno seviziato la povera adolescente.

La denuncia da parte della madre ha fatto partire le indagini e i conseguenti arresti dei tre presunti stupratori. In attesa che la giustizia faccia il suo corso il leader leghista ha espresso la propria vicinanza alla famiglia della vittima e si è augurato che le istituzioni le stiano vicine.

Inoltre ha ribadito che anche in questo caso la soluzione migliore sarebbe la castrazione chimica. Un parere più che lecito laddove i fatti incriminati venissero appurati in maniera definitiva. Prima di allora però è meglio non lasciarsi andare a nessun tipo di giudizio visto che fino all’emissione della condanna ogni imputato è da considerarsi innocente.

LEGGI ANCHE >>> Stupro a Matera, nel branco anche due rapper: “Putt… slacciami la cintura”