Coronavirus 23 ottobre: ventimila contagi! La Campania annuncia il lockdown

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:10

Prima regione a richiedere la misura estrema al Governo. La Campania è in ginocchio e non si può continuare con le mezze misure, come spiega il governatore De Luca.

Ospedali covid
Ospedali covid (Facebook)

La situazione si fa critica, ai limiti del sostenibile. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte continua a ripetere che non si deve arrivare alla misura estrema, al lockdown, cosi come aveva fatto il ministro della Salute Speranza, il giorno prima. Ma la situazione non cambia, anzi peggiora. I numeri continuano a crescere e le regioni non reggono i potenziali urti sul sistema sanitario, qualcosa non va, si è tornati al profondo disagio dei mesi passati.

Vincenzo De Luca, governatore della Campania annuncia il lockdown, una chiusura che serva da rimedio estremo. Lo chiede al Governo, chiede di intervenire per provare a non andare verso la tragedia. Gli ospedali si stanno riempendo e tra poco potrebbe esserci il rischio di un sovraffollamento che rischia di essere letale per migliaia di persone. I numeri non scendono ed occorrono decisioni forti che possano far invertire la rotta.

Coronavirus bollettino del 23 ottobre: tutti i dati dei contagi

19.143 NUOVI CONTAGI (CON OLTRE 182MILA TAMPONI) E ALTRI 91 MORTI

Le Regioni più colpite sono: Lombardia (+4.916), Campania (+2.280) e Piemonte (+2.032). Superati i mille pazienti in terapia intensiva: 1.049, ovvero 57 in più di giovedì.

LEGGI ANCHE >>> Carabinieri aggrediti con sassi e pugni durante controlli anti-covid

Coronavirus 23 ottobre, la Campania annuncia il lockdown, De Luca si impone

I numeri salgono e c’è chi no vuole più aspettare, come Vincenzo De Luca che chiede a gran voce il lockdown come misura estrema per contenere una situazione che altrimenti rischia di portare al collasso. Lo stesso collasso che temono imprenditorie e commercianti che rivivono l’incubo di dover riabbassare le saracinesche. I numeri salgono ed ancora una volta si rischia di farsi cogliere impreparati.

Altre regioni probabilmente seguiranno l’esempio campano, provando l’ultima misura stringente, la più forte di tutte per evitare l’altrimenti inevitabile collasso. Il tempo stringe ed occorre fare presto, per provare a vincere questa infinita partita.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, paura in Lombardia: si torna alle terapie intensive