18enne pestato come Willy è in coma, la mamma: “non perdono finché avrò respiro”

Giuseppe Pio, 18 anni, è in coma da sabato scorso, giorno in cui fu pestato violentemente dal branco: le parole della mamma.

giuseppe d’astolfo e la mamma

Si chiama Giuseppe Pio D’Astolfo, sta lottando tra la vita e la morte il ragazzo di soli 18 anni aggredito lo scorso week end, apparentemente senza motivo, da alcuni coetanei a Lanciano, in provincia di Chieti. Ora il ragazzo è in rianimazione e sua madre, dice di non avere perdono per gli aggressori.

“Quel ragazzo è la mia vita, – ha detto la madre al Corriere della Sera – da me non otterranno mai alcun perdono finché avrò respiro”. Il ragazzo, ha subito l’aggressione nei pressi della Stazione Sangritana, mentre si trovava in compagnia di alcuni amici.

Leggi anche >>> Ragazza dice no a matrimonio combinato: provano ad ucciderla

Diciottenne pestato dal branco come Willy: individuati i cinque aggressori

Giorni di ricerche, hanno portato gli inquirenti sulle tracce degli aggressori. Dovrebbero essere in cinque, i coetanei di Giuseppe Pio che sabato lo hanno aggredito, mandandolo in ospedale. A compiere la scoperta, sono stati i carabinieri della Compagnia di Lanciano. Nel gruppo, ci sarebbero anche alcuni minorenni. I ragazzi avrebbero aggredito Giuseppe Pio e gli amici, ma a lui uno di loro, ha sferrato un pugno alla tempia facendolo crollare.

In un primo momento però, il diciottenne diceva di star bene, poi ha perso conoscenza. Da lì la corsa in ospedale, dove è stato operato per ridurre l’ematoma. Ora, si trova in coma farmacologico del reparto di rianimazione di Pescara. Meno di un mese fa, un episodio simile, mise in serio pericolo un violinista a Torino, che camminava per conto suo.

I colpevoli, sono stati individuati anche grazie ad alcuni frammenti della colluttazione, ripresi dalle telecamere di sicurezza dell’Ippodromo Comunale, ed alle testimonianze di alcuni amici e della fidanzata del giovane. Il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, ha subito fatto sapere la sua sull’accaduto, non soffermandosi solo sulla violenza subita dal concittadino, ma sul fenomeno di violenza tra i giovani che purtroppo, vede sempre più episodi in Italia.

Leggi anche >>> Torino, aggredisce e prova a violentare una donna: arrestato 17enne