Inps istituisce bonus di 950 euro per i pescatori: come ottenerlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:55

L’istituto nazionale di previdenza sociale ha comunicato i requisiti per ottenere il bonus pescatori di 950 euro varato dal Governo

Bonus pescatori
Fonte Pixabay

Tra le ultime novità inerenti i sussidi elargiti da parte del Governo per via del covid-19 spicca sicuramente il bonus pescatori. Una categoria spesso bistrattata e sempre più rara, che va preservata soprattutto alla luce del periodo particolare che sta vivendo il Bel Paese.

Attraverso la circolare numero 118 del 10 ottobre 2020, l’Inps ha chiarito i requisiti indispensabili senza i quali non è possibile richiedere l’indennità prevista dall’articolo 222 comma 8 del Decreto Rilancio Italia. 

LEGGI ANCHE >>> Bonus 1000 euro per una categoria di lavoratori, ecco di quale si tratta

Bonus pescatori, i requisiti per poter presentare la domanda

Bonus pescatori
Fonte Pixabay

In primis bisogna essere pescatori autonomi (compresi i soci di cooperative), che esercitano la professione in acque marittime, interne e lagunari. Naturalmente devono essere iscritti regolarmente all’Inps. 

Il sussidio statale si riferisce al mese di maggio 2020, quando a causa delle misure stringenti derivanti dalla pandemia mondiale, i pescatori non hanno potuto svolgere il loro lavoro nella maniera classica e tradizionale.

L’Inps ha poi fatto sapere che il bonus non concorre alla formazione del reddito e nel periodo in cui viene erogato, non vengono riconosciuti l’accredito di contribuzione figurativa e l’assegno per il nucleo familiare.

Ma cosa bisogna fare per poter avanzare la propria richiesta? Semplice, non bisogna fare altro che accedere al sito dell’Inps nella sezione dedicata. Lo si può fare attraverso il PIN Inps o l’identità digitale SPID almeno di livello 2, la Carta d’identità elettronica 3.0 o la Carta nazionale dei servizi. 

A breve sarà possibile effettuare la domanda anche attraverso l’apposito contact center integrato chiamando il numero verde 803164 (da rete fissa) oppure lo 06164164 (da rete mobile). In quest’ultimo caso però il servizio è a pagamento in base alle tariffe applicate dai vari gestori. L’ufficialità di questa nuova modalità sarà data sempre sul sito dell’istituto di previdenza sociale, che va seguito in maniera costante.

Ovviamente è bene “affrettarsi” anche perché il suddetto bonus sarà dispensato fino ad esaurimento fondi. Motivo per cui diversi pescatori per forza di cose ne resteranno fuori.

LEGGI ANCHE >>> Cashback Italia, bonus fino a 3.000 euro: ecco il piano del Governo