Lanciano, in cinque a pugni e testate contro un diciottenne: è in coma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:35

Un altro pestaggio per futili motivi e un diciottenne in coma che lotta tra la vita e la morte. E’ successo a Lanciano.

Una serata passata con gli amici, come tutti i sabato sera. Ma questa volta l’epilogo è stato diverso e un ragazzo di 18 anni sta lottando tra la vita e la morte per le botte prese da un branco di giovanissimi. In particolare sarebbe stata una testata sulla tempia a ridurlo in coma. E’ successo a Lanciano, il giovane ora si trova nell’ospedale di Pescara.

Si trovava insieme ad alcuni amici nei pressi dell’ez stazione Sangritana, zona tristemente nota perché frequentata dalla peggior movida, dedita all’uso di stupefacenti e alcol. Il diciottenne era lì con un amico e una ragazza minorenne. Ad un certo punto sono stati avvicinati da una baby gang, ed è iniziato il pestaggio.

LEGGI ANCHE >>> Un’altra violenza del branco, in 6 picchiano coppia gay: c’erano anche due ragazze

Lanciano, pugni e testate contro un diciottenne: gli aggressori sono minorenni

Ad avvicinare il 18enne e i suoi amici, almeno cinque giovanissimi, tra loro anche minorenni, che per futili motivi si sono scagliati con furia contro il terzetto. Evidentemente il caso Willy Monteiro non ha scoraggiato le aggressioni violente. L’amico e la ragazza che erano con lui sono riusciti a scappare, cosa che non è riuscita al diciottenne che è stato brutalmente pestato dai cinque.

In particolare, il ragazzo ha ricevuto un pugno e una testata che hanno colpito anche la tempia: soccorso dagli amici, il giovane è stato portato prima a casa, poi è stato necessario chiamare il 118 che l’ha trasportato al pronto soccorso di Lanciano. Ma non è bastato, le condizioni del giovane sono peggiorate e con un forte ematoma alla testa, si è reso necessario l’immediato trasferimento al reparto di neurochirurgia di Pescara.

I carabinieri, stanno cercando di ricostruire le fasi della brutale aggressione. Sono stati ascoltati vari testi e visionate alcune telecamere della zona per poter identificare i componenti della baby gang violenta.

LEGGI ANCHE >>> Autista Atm aggredito nella notte: Chiuso nella mia cabina