Sondaggio elettorale: Lega perde consensi, Pd si avvicina prepotentemente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:45

L’ultimo sondaggio elettorale effettuato dall’Istituto Ixé ha messo in evidenza la crescita del Pd e la perdita di credito da parte della Lega, che comunque rimane in testa 

Sondaggio elettorale

Lega e Partito Democratico non sono mai stati così vicini. Naturalmente non in senso politico, bensì per quanto concerne le preferenze popolari. Secondo l’ultimo sondaggio elettorale effettuato dall’Istituto Ixè, la Lega è sempre al comando con il 23% dei consensi. Una tendenza al ribasso rispetto al passato che ha visto il Partito Democratico avvicinarsi prepotentemente al Carroccio con il 22,1% con un guadagno dell’1% rispetto alle ultime regionali di settembre.

Una differenza minima, che comunque consacra i partititi di Salvini e Zingaretti come leader in Italia. D’altronde la maggioranza delle regioni del Bel Paese sono praticamente governate dai loro pariti (14 dal centrodestra e 5 dal centrosinistra, mentre in Valle D’Aosta è in atto una vera e propria contesa tra Lega e PD).

LEGGI ANCHE >>> Il futuro di Matteo Salvini: Tra i migranti e i 49 milioni

Sondaggio elettorale: la situazione degli altri partiti

Cosa succede invece agli altri partiti? La medaglia di bronzo va al Movimento 5 Stelle uscito malconcio dalle ultime tornate elettorali. Per il partito di Vito Crimi (capo politico ad interim) la percentuale di preferenze è del 16,7% con una lieve crescita di mezzo punto. Poco più dietro c’è Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che con un +0,8% si attesta al 15,6%.

In netto calo Forza Italia che non arriva nemmeno al 7%. In fase discendente anche alcuni schieramenti del centrosinistra come La Sinistra al 2,6%, Azione al 2,1%, Italia Viva al 2%. Rimangono stabili invece +Europa all’1,9% ed Europa Verde che si attesta all’1,4%.

Passando invece ai leader politici, rimane in testa il Premier Giuseppe Conte con il 57%. In netta crescita (ben 5 punti percentuali) il ministro della Salute Roberto Speranza al 49%. Probabilmente ha inciso la sua presa di posizione cauta riguardante il coronavirus, tema in cima alla lista delle preoccupazioni del popolo.

Miglioramento anche per Giorgia Meloni che sale al 34%, mentre il suo “amico” Matteo Salvini perde 2 punti e scende al 31%. Trend positivo per Nicola Zingaretti: il segretario del PD è vicino al sorpasso al leader della Lega ed è attualmente al 30%. In negativo anche Silvio Berlusconi appena al 21% e in calo del 3%

Uno scenario che fa capire come le scelte degli italiani possano cambiare in maniera repentina, basti vedere i risultati delle regionali di settembre e compararli con quelli riportati dall’Ixè.

LEGGI ANCHE >>> Decreto sicurezza, Zingaretti mai così felice: “finalmente più umani coi clandestini”