Omicidio Lecce: l’ultimo saluto a Eleonora, era in abito da sposa “guarda quanto dolore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:29

L’ultimo saluto a Eleonora Manta a Seclì, vicino a Lecce. La compagna di Daniele De Santis, uccisa con lui, è stata vestita con l’abito da sposa.

Guarda quanto dolore hai provocato, guarda questa mamma. Anche tu ce l’avrai. Vorresti che anche lei soffrisse così? Don Antonio Bruno usa parole dure all’indirizzo dell’assassino di Eleonora Manta e del suo compagno Daniele De Santis. Prova a colpire la coscienza di quell’uomo che ha brutalmente assassinato due giovani che si amavano, così come aveva fatto monsignor Michele Seccia a Lecce, ai funerali di De Santis, chiedendo all’omicida di “costituirsi”.

C’era molta commozione ieri a Seclì per l’ultimo saluto a Eleonora Manta. La mamma ha voluto seppellirla con l’abito da sposa. In una bara bianca circondata di fiori. Eleonora e Daniele sono stati uccisi barbaramente con almeno sessanta coltellate, il pugnale era quello usato dai sub: tagliente e assassino, che non lascia scampo. E’ successo il 21 settembre, nella casa dove i due fidanzati avevano deciso di condividere il loro amore. Una scelta che evidentemente non era piaciuta all’assassino che li ha uccisi senza pietà.

«Sei riuscito in queste notti a poggiare la testa sul cuscino e dormire? Riuscirai a portare questo macigno sulla coscienza per tutta la vita?» ha chiesto ancora al killer, il sacerdote che ha celebrato i funerali di Eleonora. «Non ci sarà sulla terra un posto per nasconderti. I fantasmi di Daniele ed Eleonora ti perseguiteranno per sempre» ha dichiarato il parroco. La cerimonia funebre sarebbe dovuta essere celebrata dallo zio di Eleonora, don Antonio Mosca, ma il troppo dolore lo ha fatto desistere.

Omicidio Lecce, l’ultimo saluto a Eleonora, era in abito da sposa: “hai distrutto anche la tua famiglia”

La mamma di Eleonora, Rossana, ha voluto che la figlia indossasse l’abito da sposa, il suo. Eleonora sognava di poterlo indossare, aspettava solo che Daniele glielo chiedesse. Il sogno dei due è stato infranto dalla furia omicida di un uomo che è stato ripreso dalle telecamere, con felpa e cappuccio.

C’erano i parenti, gli amici, i colleghi dell’Inps di Brindisi all’ultimo saluto. Tutti, nel rispetto delle norme Anticovid. «Troppo grande il tuo dolore e noi siamo incapaci di dirti parole di sollievo. Oltre al nosto calore e alla nostra vicinanza non riusciamo a darti altro» ha detto alla mamma iol sacerdote, che rivolgendosi all’assassino, ha aggiunto: “Hai distrutto anche la tua famiglia, come hai avuto la forza di fare questa strage ora puoi ritrovare la forza per rientrare in te stesso. Meglio affrontare la giustizia umana che un giorno quella divina che sarà eterna».