Belen Rodriguez, il processo è archiaviato: era stata parazzata in momento molto intimo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:03

Il processo ai danni di Belen Rodriguez è stato archiviato, la showgirl era stata portata in tribunale dopo essere stata paparazzata in un momento molto intimo.

Belen Rodriguez, Fonte foto: Instagram (@belenrodriguezreal)

Un chiaro segno a difesa della Privacy quello emerso dal processo contro la showgirl argentina, pizzicata dai paparazzi mentre faceva pipì dalla sua barca.

Dopo ben otto anni si è concluso il processo penale a carico di Belen Rodriguez, citata in giudizio nel 2012 insieme all’ex compagno Stefano De Martino e Jorge Sebastian Perez Blanco.

Belen Rodriguez, fotografata intenta a fare pipì è finita in tribunale: cosa è successo?

Belen
Fonte foto: Facebook

Per capire le intricate circostanze che hanno portato la showgirl argentina a finire in tribunale bisogna fare un passo indietro. Nell’estate del 2012, Belen, l’allora marito Stefano De Martino e un loro amico si trovavano al largo dell’isola di Palmarola, nel porto di Ponza.

Stando a quanto riportato su SoloDonna.it i paparazzi avrebbero ripreso la showgirl intenta a fare pipì dalla barca. Belen Rodriguez ha raggiunto i due paparazzi con l’ex marito dopo essersi resa coonto degli scatti. I due avrebbero sottratto la macchinetta fotografica ai paparazzi, gettando poi in mare la scheda di memoria con le foto incriminate.

Le indagini sono culminate con un procedimento penale a carico di Belen Rodriguez, Stefano De Martino e Perez Blanco, terminato – stando a quanto riferisce rete8.it – solo oggi con l’archiviazione. L’accusa a loro carico era quella di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con uso della violenza, oltre a lesioni non gravi ai danni dei due paparazzi.

A difendere Belen, l’avvocato Andrea Monti, professionista e professore di diritto dell’ordine pubblico dell’Università D’Annunzio di Chieti Pescara.

Stefano Meloni e Mattina Brandi

I paparazzi invischiati in questa vicenda sono Stefano Meloni e Mattia Brandi raccontarono una versione molto violenza della situazione che l ha visti coinvolti. Stando a quanto riportato nel 2019 da Il Messaggero, infatti, due sarebbero stati aggrediti con calci e pugni allo scopo di sottrarre la loro attrezzatura fotografica, restituita solo con l’arrivo a Ponza e mancante delle schede di memoria.

LEGGI ANCHE>>> Belen Rodriguez, lo scatto senza veli manda in tilt il web

LEGGI ANCHE>>> Belén Rodriguez: il nuovo tatuaggio con Antonino Spinalbese