Ryanair, paura volo Vienna-Londra: due uomini arrestati per terrorismo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:41

Due uomini tra cui un italiano sono stati arrestati per reati terroristici commessi su un volo Ryanair da Vienna a Londra. Uno dei due malviventi è italiano

Ryanair
Aereo della compagnia Ryanair (Fonte: Getty Images)

La sicurezza sugli aerei ormai rasenta la perfezione, eppure di tanto in tanto si verificano ancora episodi di tensione, che fortunatamente vengono immediatamente sventati.

Il fatto in questione si è verificato su un volo della nota compagnia low cost irlandese Ryanair proveniente da Vienna e diretto a Londra Stansted. Due uomini di cui un 48enne italiano (l’altro è un 34enne del Kuwait) sono stati tratti in arresto dalla polizia dell’Essex con l’accusa di reati terroristici.

È stato necessario l’intervento dei jet della Royal Air Force (l’aeronautica del Regno Unito) che hanno scortato il velivolo fino al Regno Unito. Stando ai rapporti emersi finora nei bagni sarebbero stati trovati degli oggetti alquanto sospetti.

Ryanair, ecco cosa successo sulla tratta Vienna-Londra Stansted

aereo Ryanair
Fonte Pixabay

Insomma, tutto bene quel che finisce bene. Naturalmente come è giusto che sia è bene fornire delle spiegazioni, anche per rassicurare le persone già alle prese con un periodo non propriamente tranquillo.

A riguardo si è espresso un portavoce della nota compagnia, il quale ha dichiarato: “Abbiamo attuato la procedure, il capitano ha informato le autorità britanniche proseguendo verso la capitale inglese, dove il velivolo è poi atterrato in una stazione remota”.

Lì i passeggeri sono sbarcati in assoluta sicurezza, mentre coloro che dovevano partire con il volo successivo da Londra verso Vienna sono stati trasferiti su un altro mezzo onde evitare l’accumulo di ritardo. Per forza di cose bisognava appurare che sull’aereo non ci fosse nient’altro e ovviamente la procedura richiedeva un maggior lasso di tempo.

Dunque un ottimo lavoro delle forze dell’ordine del Regno Unito da sempre all’avanguardia su questo genere di reati. Adesso non bisogna creare allarmismi, le indagini sono ancora in corso e i sospettati sono già stati fermati. L’aspetto più importante è che non si sono registrati danni a persone o cose e che l’intenzione si seminare terrore è rimasta tale.

LEGGI ANCHE >>> Salva i bambini in balia delle onde: Davide muore annegato

LEGGI ANCHE >>> Massa, bambine schiacciate da un albero, il retroscena