Migranti: “la Grecia li carica su gommoni senza timone e motore, alla deriva”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:56

Gravissima accusa del New York Times: migranti caricati su un gommone senza motore né timone e lasciati in mezzo al mare.

ResQ Migranti
Fonte Instagram – @antonellodl_

Se si scomoda addirittura il New York Times, vuol dire che la faccenda è seria, se non gravissima. Le accuse alla Grecia sono di quelle che promettono sanzioni e ribaltoni politici. Secondo una denuncia del giornale americano1.072 migranti sarebbero stati respinti e abbandonati in mare dal paese ellenico.

Sarebbero avvenuti a partire da marzo in 31 operazioni distinte, la maggior parte delle quali di notte. “È stato disumano”, ha commentato uno dei sopravvissuti intervistati dal quotidiano Usa. Il governo di Atene ha negato ogni accusa, asserendo di “non svolgere nessuna attività clandestina”. 

Migranti abbandonati in mare dalla Grecia su barconi senza motore: “avrei preferito morire sotto le bombe”

Migranti (Getty Images)
Najma al-Khatib, 50 anni, è una dei sopravvissuti all’espulsione intervistata dal Nyt. Ho lasciato il mio paese, la Siria, per paura dei bombardamenti. Ma quando ho visto a cosa andavamo incontro, avrei preferito essere morta sotto le bombe”.
A fine luglio, lei insieme ad altre 22 persone, tra cui due bambini, sono stati prelevati da un campo profughi sull’isola di Rodi con la promessa di essere trasferiti ad Atene. Ma il battello che doveva portarli nella capitale si è fermato in mare aperto: a quel punto i richiedenti asilo sono stati trasferiti su un gommone senza timone né motore e abbandonati alla deriva vicino al confine tra le acque greche e quelle turche.
“È stato semplicemente orribile”, racconta Najma. Solo l’intervento della Guardia costiera di Ankara permetterà ai rifugiati di tornare sani e salvi sulla terraferma.

Il governo di Atene ovviamente si è subito difeso negando tutte le accuse del giornale americano. “Non svolgiamo nessuna attività clandestina”, ha dichiarato il portavoce dell’esecutivo Stelios Petsas.

“La Grecia ha una comprovata esperienza quando si tratta di osservare il diritto internazionale, le convenzioni e i protocolli. Ciò include il trattamento di rifugiati e migranti“. Ma secondo il quotidiano americano, ci sarebbero foto e video per avvalorare i racconti dei richiedenti asilo. “Se fosse vero, questi respingimenti sarebbero totalmente illegali”, commenta il professor François Crépeau, esperto di diritto internazionale ed ex relatore all’Onu. “Siamo davanti a un disastro umanitario e dei diritti umani”. 

LEGGI ANCHE -> Dossier Viminale, migranti: sbarchi aumentati del 148% Colpa della Tunisia

LEGGI ANCHE -> Bellanova: La regolarizzazione dei migranti sta andando bene, Salvini la smetta