Coronavirus 9 agosto: l’altalena dei numeri e la stretta sui migranti in Sicilia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:55

Aumenta il numero degli adolescenti contagiati al ritorno dalle ferie. Otto ragazzi di Roma positivi dopo un viaggio a Malta e un caso da Ibiza. 

getty images 

Il bollettino sul coronavirus in Italia con i numeri diramati dal Ministero della Sanità. Balzo di casi in Toscana: sono 61 nelle ultime 24 ore. Ed è in aumento il numero degli adolescenti contagiati al ritorno dalle ferie. Otto ragazzi di Roma positivi dopo un viaggio a Malta e un caso da Ibiza.

I NUMERI DEL 9 AGOSTO

Tornano a salire i contagi, in Italia le persone complessivamente risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 250.566. Le vittime, in totale, sono 35.205, con 2 decessi nelle ultime 24 ore (ieri 13). Il totale dei positivi, compresi morti e guariti, registra un incremento di 463 casi. Lo riportano i dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute

Nuova ordinanza in Sicilia, più controlli e sanzioni

Controlli e ingressi limitati nei locali e negli esercizi pubblici, con sanzioni fino al massimo previsto per i trasgressori, ma anche misure sanitarie speciali per contrastare il diffondersi del virus tra i migranti sbarcati in Sicilia.

Sono alcune delle disposizioni contenute nell’ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione, Nello Musumeci.

La nuova ordinanza invita le Prefetture e i sindaci a predisporre controlli nell’ambito delle rispettive competenze e prevede inoltre il massimo delle sanzioni amministrative per i trasgressori delle disposizioni.

In particolare, per le serate di Ferragosto, per agevolare l’organizzazione di controlli adeguati da parte delle autorità di pubblica sicurezza competenti, il governatore ha disposto l’obbligo di comunicazione entro le 48 ore antecedenti all’evento per gli esercenti delle attività destinate al ballo e con afflusso di pubblico numeroso.

Un articolo della nuova ordinanza è dedicato all’emergenza migranti. Niente tendopoli per ospitarli e in caso di altre strutture individuate dal governo centrale serve la preventiva idoneità della locale Asp.

La misura rigida, spiega la Regione, tiene conto dell’elevata incidenza dei soggetti positivi al coronavirus tra le persone sbarcate nel territorio siciliano che è determinata, in larga parte, dalla promiscuità dei luoghi di partenza e di accoglienza, con l’effetto di un rapporto proporzionale assai superiore alla media regionale tra il numero complessivo dei soggetti interessati e quelli risultati positivi.

È prevista inoltre un’adeguata profilassi sanitaria con visita medica di tutti i soggetti interessati. Il divieto di allestire o utilizzare tensostrutture è determinato dai frequenti e deprecabili episodi quotidiani di fuga dei migranti e dalla pericolosa promiscuità che si determina fra gli stessi ospiti, con gli assembramenti.

LEGGI ANCHE -> Deputati col bonus, Di Maio scatenato: indecenti, non gli bastano 13mila euro al mese

LEGGI ANCHE -> L’ultimo video di Viviana Parisi: buongiorno Dio, sei morto per salvarci tutti