Gerry Scotti, presto il vitalizio da 1400 euro per i 5 anni da deputato: ha già deciso come spenderlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:15

Gerry Scotti compie 64 anni, a partire dal prossimo anno il noto conduttore riceverà ogni mese un vitalizio da ben 1400 € come pensione da parlamentare per i suoi 5 anni da deputato.

Gerry Scotti vitalizio
Gerry Scotti | Fonte Foto: Getty Images

Gerry Scotti spegne oggi, 7 agosto 2020, ben sessantaquattro candeline, da ogni parte del web i colleghi fanno a gara per mandargli i migliori auguri di buon compleanno.

Tra esattamente un anno, al compimento quindi dei 65 anni, il conduttore percepirà ben 1400 euro come vitalizio per il suo passato da parlamentare, il noto conduttore ha già deciso come spenderà quei soldi, che hanno già generato parecchie polemiche.

Gerry Scotti e il vitalizio dal 1400 euro al mese

Gerry Scotti (fonte Instagram @gerryscotti)
Gerry Scotti (fonte Instagram @gerryscotti)

All’inizio degli anni Ottanta Gerry Scotti iniziò la sua militanza politica, l’esordì arrivò nel 1987 quando entrò nel collegio di Milano alla Camera dei deputati con il PSI, l’esperienza di deputato durò cinque anni e, per questo motivo, a partire dal prossimo anno percepirà un vitalizio di 1400 euro.

Il noto conduttore di quegli anni ricorda che gli vennero affidate le questioni giovanili e che lui prese molto seriamente il compito affidatogli: “Iniziai a tempestare la Camera di proposte, rimasero tutto inascoltate.”

Nel corso del suo mandato si fece promotore di ben 33 progetti di legge e firmò 24 atti di indirizzo e controllo, per questo suo lavoro al compimento dei 65 anni riceverà la pensione da parlamentare.

Così spenderà la pensione da parlamentare

Gerry Scotti tuttavia, da diversi anni, lotta per rinunciare alla pensione da parlamentare: nel 2014 lo chiese pubblicamente all’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi con un post su Twitter. Il leader di Italia Viva aveva risposto: “Ci lavoreremo”, ma alla fine si era risolto tutto con un niente di fatto.

Attualmente infatti non è possibile rinunciare al vitalizio e Scotti ha trovato una maniera alternativa per spendere la pensione. Il conduttore ha infatti dichiarato: “Vorrei che si desse uno strumenti a quanti hanno avuto a che fare con incarichi di Stato, per la Repubblica, e che vogliano rinunciare alla propria indennità.”

Spiegando poi che utilizzerà i soldi ricevuti per fare del bene, devolvendoli a un ente che si occupa delle famiglie dei caduti nell’adempimento del proprio lavoro.

LEGGI ANCHE>>> Gerry Scotti, come sta dopo l’infortunio? Le ultime notizie

LEGGI ANCHE>>> Gerry Scotti, le accuse del ballerino licenziato: cerca risposte