Proroga smart working e incentivi al lavoro nel decreto di agosto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:30

Il ministro dell’Economia Gualtieri ha parlato di alcune delle misure previste nel prossimo decreto. Dalla proroga dello smart working ai fondi per turismo e scuola, ecco le novità

smart working
Fonte Pixabay

Gli interventi per favorire la ripartenza dell’Italia post lockdown sono stati molteplici e nei prossimi mesi ce ne saranno ancora vista la situazione ancora piuttosto deficitaria.

A dare maggior delucidazioni in tal senso è stato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri che ha accennato alle misure che saranno presumibilmente inserite nel decreto di agosto.

In primis saranno varati degli interventi volti a sostenere il mercato del lavoro con assunzioni a tempo indeterminato e l’uscita dalla Cassa Integrazione. Inoltre, lo smart working rimarrà uno dei capisaldi visto che rende molto più sicuro e semplice la prestazione lavorativa.

Non solo smart working: scuola e turismo tra altre misure del decreto agosto

Decreto Scuola: ecco tutti i possibili scenari degli esami alla riapertura
Fonte foto: (Getty Images)

Agosto fa quasi rima con settembre per questo è importante dare un bella scossa al sistema scolastico, che per forza di cose dovrà ripartire. A tal proposito saranno sbloccati circa 5,5 miliardi per scuole ed enti locali. Un modo per rendere più semplice il ritorno tra i banchi su cui c’è un gran fermento e un lecito pizzico di preoccupazione.

Un altro settore falcidiato dall’avvento del covid-19 è senz’altro quello turistico. L’estate 2020 per forza di cose è andata e non si concluderà sotto i migliori auspici. Per le prossime stagioni turistiche però è bene farsi trovare pronti e incentivare coloro che operano in questo campo.

Da buon ministro dell’Economia, Gualtieri non ha potuto esimersi dal proferire parola per quanto riguarda la riforma fiscale. Ci saranno delle novità per rendere più agevole il lavoro nel Bel Paese, anche per attirare capitali e imprese estere. Dunque diminuzione fiscale e riduzione del tax gap sono tra i punti fondamentali del cambiamento. Di pari passo proseguiranno i controlli volti a debellare una volta per tutte l’evasione fiscale, uno delle piaghe che da anni affligge lo stivale recandogli ingenti danni da un punto di vista economico.

LEGGI ANCHE >>> Bonus 100 euro e stop licenziamenti: tutte le novità

LEGGI ANCHE >>> Spiagge più care d’Italia, ecco dove spenderesti 450 euro