Bonino: “abolire subito decreti sicurezza Salvini” E difende Bellanova

La fondatrice e leader di +Europa accusa il governo di rallentare la cancellazione dei decreti sicurezza di Salvini. Poi difende la Bellanova: “una scelta importante”.

La Consulta ha dichiarato incostituzionale l’articolo 13 proposto nei Dl a firma Salvini, che nega l’iscrizione all’anagrafe ai richiedenti asilo.

Sulla questione si è espressa Emma Bonino, fondatrice e leader di +Europa, in un’intervista rilasciata a Fanpage. La senatrice si dice subito contrariata per il ritardo nella presa di posizione del Governo Conte Bis i merito ai decreti sicurezza.

L’ex radicale sottolinea come il suo partito avesse già da principio denunciato l’incostituzionalità dei decreti di Salvini, ma con il nuovo Esecutivo “niente si è mosso, niente è stato cambiato” – lamenta Bonino.

“I ricorsi alla Corte Costituzionale hanno dato l’esito, anticipando, voglio sperare, le promesse riforme o cancellazioni dei decreti Sicurezza di cui molti si parla, ma poco si vede – ha aggiunto.

Bonino aspira ad un ritorno al sistema Sprar per gestire l’immigrazione, definendolo “l’unico che dava buoni esiti”.

I Decreti sicurezza voluti dall’allora ministro dell’Interno, Matteo Salvini,distrussero il  sistema, ma per Bonino è importante che riparta, e al più presto. “Se ricordo bene su 8 mila Comuni italiani, meno di 2 mila avevano accettato il sistema, che non era obbligatorio ma incitativo, diciamo, e che quindi non ha realizzato pienamente gli esiti previsti […] Però dove è stato utilizzato ha dato dei buoni frutti – ha affermato Bonino.

Bonino e la sanatoria della Bellanova: “un passo importante”

Politica, Emma Bonino contro il Governo: lacrime al Senato
La senatrice di +Europa Emma Bonino

Emma Bonino si è spostata poi sull’argomento sanatoria, tema scottante da quando è stato approvato dall’esecutivo su forte richiesta della ministra per le Politiche agricole, Teresa Bellanova.“Un passo importante” – lo ritiene l’ex radicale.

Molti sono rimasti fuori, è vero. Ma in termini di rapporti di forze all’interno della maggioranza è il massimo che la ministra Bellanova poteva ottenere […] Proprio per questo bisogna salutarlo come un primo passo positivo e non smettere di voler andare avanti rispetto a ristoratori, turismo, edili e altri” – conclude Bonino.

LEGGI ANCHE -> Migranti anche a Lecce, Salvini: e loro ci mostrano il dito medio

LEGGI ANCHE -> Dovete indossare la mascherina Autista massacrato e ucciso