Chico Forti non è Aisha, aiutiamolo noi il 16 luglio: “virtualmente sarò con voi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:06

Chico Forti, ergastolano in America, scrive una lettera in cui chiede aiuto a tutti gli italiani: manifestazione a Roma davanti a Montecitorio, il 16 luglio.

Chico Forti, conosciuto come “Chico” era un noto velista e imprenditore televisivo italiano. “Era”, perchè è recluso da venti anni in un carcere di massima sicurezza vicino a  Miami con l’accusa di omicidio.

Chico è originario di Trento, oggi ha 61 anni, all’inizio degli anni ’90 si era trasferito in Florida, dove aveva iniziato ad investire nel settore immobiliare e in altre attività. A Miami ha incontrato la sua nuova compagna, dalla quale ha avuto 3 figli.

Oggi Chico chiede aiuto agli italiani: “non l’elemosina, ma un aiuto”. Non chiede aiuto all’Italia, ma agli italiani. Il ministro degli Esteri, Di Maio, giura di lavorare in gran segreto almeno per riportarlo in Italia, e Chico crede in lui, ma la verità è che il velista sono 20 anni che è finito nel dimenticatoio politico.

Ci sono state altre manifestazioni a sostegno di Chico Forti, ma quella del 16 luglio a Roma è la prima per la quale è lo stesso trentino a chiedere aiuto dal carcere americano.

Chico Forti non è Aisha, aiutiamolo noi: il suo appello

”Where you stand depends on where you sit”
(IO SARÒ CON VOI A ROMA.. VIRTUALMENTE)
E’ UNA FRASE DI NELSON MANDELA IN LINGUA INGLESE(UNA DELLE SUE LINGUE MADRI OLTRE AD AFRICAANS E SWAHILI)
PURTROPPO TRADOTTA VERBATIM, PERDE IN INTENSITÀ.
PER QUESTO MI PERMETTO DI CONVERTIRLA ”DI PANCIA”:
DOVE SEI(NEL SENSO DI STARCI)
DIPENDE DA DOVE TI SIEDI (NEL SENSO DI SCEGLIERE DOVE SEDERSI)
LE FRASI DI MANDELA, ASSIEME A GOETHE, VAN GOGH, CONFUCIO E LE VARIE CITAZIONI LATINE CLASSICHE, FANNO PARTE DEL MIO BAGAGLIO DI CULTURA ALTRUI, CHE MI AIUTA IMMENSAMENTE, QUANDO CERCO DI RIASSUMERE IN SINTESI, CONCETTI COMPLESSI.
LA TEDIA ALTERNATIVA?
UN FIUME DI PAROLE CHE INEVITABILMENTE SFOCIA IN UN DELTA DI ZZZ…
PER IL PROGRAMMATO SIT-IN A MIO SOSTEGNO, QUESTO 16 LUGLIO,
LA RITENGO UNA CITAZIONE AZZECCATA.
CHI PARTECIPERÀ AL SIT-IN (SIEDITI- DENTRO) NEL POSIZIONARSI, DECIDERÀ DOVE SCHIERARSI (DOVE STARE).
DECIDERE DA CHE PARTE STARE È UNA CAPACITÀ UMANA IN VIA D’ESTINZIONE.
DA QUALCHE TEMPO A QUESTA PARTE ENRICO MONTESANO (UNO DEI MIEI ATTORI FAVORITI DA SEMPRE) E LA SUA DOLCE CONSORTE, TERESA TRISORIO, PER QUALCHE INCREDIBILE CONCOMITANZA DI CIRCOSTANZE A MIO FAVORE, HANNO DECISO DI SCHIERARSI, SEDENDOSI SUL MIO LATO DELLA BILANCIA, ASSIEME AI MILIONI DI GENTE COMUNE CHE MI SOSTIENE, L’HANNO FATTA PENDERE A MIO FAVORE.
DALL’ALTRO LATO, COME CONTRAPPESO C’È UN CONGLOMERATO COMPOSTO DAI MEDIA INERTI, DA CHI NON VUOL SENTIRE, DA CHI VUOLE IMITARE PILATO ED, INFINITESIMALE, CHI NON CREDE NELLA MIA INNOCENZA (IN TRENTINO IL ”BASTIAN CONTRARIO”, COLUI CHE ANTAGONIZZANDO IL CREDO DI UNA MASSA, OTTIENE ESPOSIZIONE, IN QUESTO CASO SPECIFICO, MEDIATICA, CON DUE MINUTI DI PROTAGONISMO REMORA)
CREDO COMUNQUE CHE I MEMBRI DI QUEST’ULTIMA CATEGORIA SI POSSANO CONTARE SULLE DITA DI UNA MANO.
IO CI TENGO, OGNI VOLTA CHE POSSO, A RINGRAZIARE IL MIO OMONIMO…
ENRICO MONTESANO INFATTI, QUANDO PARLA, COME NEI SUOI FILM MIGLIORI, MAGNETIZZA CHI LO ASCOLTA.
SE MONTESANO GRIDA:
”CHICO È INNOCENTE AIUTIAMOLO AD AVERE GIUSTIZIA”
LA SUA VOCE HA IL PESO DI UN GULLIVERFANTE, IN UNA MOLTITUDINE LILLIPUZIANA.
DI CONSEGUENZA LA GENTE COMUNE PENSANTE SI VESTE DI PUNTI DI DOMANDA, SI CHIEDE PERCHÈ? HO SAPUTO CON GIOIA, POCO FA, DELL’INTERVENTO DI EROS RAMAZZOTTI, RUGGIERI, I MODÀ E MAURIZIO MATTIOLI. IL REGGIMENTO SI STA INFOLTENDO…
SE POI AGGIUNGIAMO GLI SPECIALI DELLE IENE MAGISTRALMENTE GESTITI DALLA VOCE, ALTRETTANTO MAGNETIZZANTE, SEPPUR INVISIBILE, DI GASTON ZAMA. I MILIONI DI ZOOFILI CHE FREQUENTANO LE GABBIE DI MARCO MAZZOLI. ED OLTRE 300,000 SOCIALNETTISTI CHE SEGUONO I MIEI VARI SITI. E LA MIA ONDA IN TUTTA ITALIA, EBBENE LE MIE SPERANZE DI RIENTRARE IN ITALIA DA UOMO LIBERO, CRESCONO COME IL BAMBOO.
PER LA PRIMA VOLTA INOLTRE, SE SI ESCLUDE LA COMETA GIULIO TERZI, HO UN MINISTRO AGLI ESTERI: LUIGI DI MAIO, CHE SI È COMPROMESSO A MIO FAVORE, INCURANTE DELLE CONSEGUENZE.
TRADOTTO IN MANDELESE, HA DECISO DI SEDERSI DOVE VUOLE STARE.
HA DECISO PER IL LATO DELLA MIA INNOCENZA.
A QUESTA MIA PAPPARDELLA, ORA TOCCA A VOI AGGIUNGERCI RAGÙ,
MANIFESTANDO IN PIAZZA A MONTECITORIO, IL 16, IN MODO PACIFICO.
COSÌ FARETE SAPERE AL MONDO CHE SARETE LÌ A CHIEDERE GIUSTIZIA PER ME, SOSTENENDO L’OPERATO DI DI MAIO, NON CRITICANDOLO.
IL VERO INSORMONTABILE OSTACOLO ALLA MIA LIBERTÀ, ATTUALMENTE E’ IL COVID 19, NATO IN UN LABORATORIO CINESE, FINANZIATO DAGLI AMERICANI.
DECISAMENTE NON CREATO DAL NOSTRO MINISTRO LUIGI DI MAIO.
PER LA PRIMA VOLTA CREDO IN UN POLITICO, CHE NON SIA DELLA DURATA DI UN FUOCO DI PAGLIA.
NELL’ATTACCARLO INTACCHERETE IL LEGNO DI QUELLA STESSA ZATTERA CHE POTRÀ RIPORTARMI A CASA.
CON LA PROTESTA PACIFICA GANDHI HA LIBERATO L’INDIA,
MANDELA IL SUD AFRICA, E
MARTIN LUTHER KING LO XENOFOBISMO VERSO IL COLORE NERO.
SENZA PRETESA DI COMPARAZIONE, CREDO CHE PACIFICAMENTE, POTRETE LIBERARE ANCHE ME.
SE NE AVRETE LA POSSIBILITÀ SPERO PRESENZIERETE,
IO VIRTUALMENTE, VI PRECEDERÒ, E SARÒ LÌ CON VOI AD ATTENDERVI A BRACCIA TESE…
CI VEDIAMO IL 16,
CHICO

Chico Forti da molti anni è al centro di una intricata vicenda giudiziaria, sulla quale anche il programma Le Iene sta cercando di fare chiarezza.

Quella di Chico Forti è una storia con molte ombre: in ballo c’è l’accusa di omicidio per la quale l’ex velista e produttore italiano sta scontando una pena durissima negli Stati Uniti, dove si era trasferito e aveva intrapreso una nuova vita.

Secondo Chico e suoi legali si è trattato una decisione emessa senza movente e senza prove. Per questa ragione sono nati gruppi sui Social e associazioni che ne chiedono la scarcerazione, l’estradizione o la riapertura del caso.

Ciò che appare sconcertante è l’indifferenze delle Autorità italiane mostrata in questi lunghi anni, nonostante le richieste avanzate dalla famiglia Forti, soprattutto dai figli.

L’audio di Chico Forti

LEGGI ANCHE -> Immigrati, la Bellanova non basta, Boldrini: Regolarizziamo tutti

LEGGI ANCHE -> Carabiniere ucciso a Roma, Elder:  botte e sputi dopo l’arresto