Orrore a Livorno: immigrato uccide un gatto e lo cucina per strada

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:07

A compiere la macabra azione, un cittadino straniero di 21 anni, identificato e arrestato dai Carabinieri. L’accusa è omicidio di animali.

Quando si dice: nel momento in cui ti sembra avere toccato il fondo, c’è sempre qualcuno che da sotto ti bussa. Non c’è limite al peggio, ormai. Quello che è successo a Campiglia, in provincia di Livorno, è un’offesa alla decenza.

Un immigrato di 21 anni ha ucciso un gatto e si è messo a cucinarlo accendendo un fuoco sul marciapiede vicino alla stazione di Campiglia. Sembra la scena di un film demenziale e invece è tutto vero: è quanto hanno ricostruito i carabinieri, intervenuti questa mattina in seguito a più segnalazioni.

L’autore  del macabro gesto è un 21enne straniero: sarà denunciato per uccisione di animali. Il giovane è stato identificato e poi accompagnato in caserma in attesa che venga chiarita la sua posizione sul territorio nazionale: al momento risulterebbe irregolare.

Gatto ucciso e cucinato in strada, il sindaco di Campiglia: “da condannare”

Gatti (fonte foto: pxhere)
Gatto (fonte foto: pxhere)

Sul caso è intervenuta con un post su Facebook la sindaca di Campiglia, Alberta Ticciati: “Il fatto accaduto alla stazione di Campiglia è molto grave e da condannare.

Dopo la segnalazione della polizia Municipale di Campiglia mi sono subito attivata, ho contattato i carabinieri del turno di notte, intervenuti sul fatto, per assicurarmi che il responsabile di questo reato fosse stato identificato”.

“È mia intenzione – conclude la sindacaandare sino in fondo, affinché fatti come questi non restino impuniti e non si verifichino mai più”.

Sul caso è intervenuta anche Susanna Ceccardi, candidata del centrodestra alle prossime elezioni regionali, e usa toni meno morbidi della sindaca Pd:: “Non siamo al mercato degli animali di Wuhan ma in Toscana. Una scena mostruosa si è verificata alla stazione di Campiglia Marittima in provincia di Livorno”.

“Questa non è integrazione. Questo è il risultato del sistema toscano dell’accoglienza con cui la sinistra ed il Pd hanno creato un vero e proprio business lasciando sbarcare nel nostro paese migliaia di immigrati che non hanno nessun interesse di integrarsi seguendo le nostre più basilari regole civili. 

LEGGI ANCHE -> Arriva la tassa sui conti correnti: ecco quanto ci tolgono

LEGGI ANCHE -> Bellanova contro bonus nonni: non devono seguire i nipoti