Bellanova contro bonus nonni: “non devono seguire i nipoti, sono fragili”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:46

La ministra Bellanova è contro il bonus baby sitter dato anche ai nonni come deciso ieri con una nota dell’Inps. “Sono fragili, non devono mettere a rischio la loro salute”.

teresa bellanova foto facebook

La ministra Bellanova và già oltre. Pensa già sia inevitabile una nuova ondata di coronavirus in autunno, e vuole salvaguardare la salute dei soggetti più a rischio: gli anziani.

Ieri la decisione di dare il bonus baby sitter a tutti quei nonni che si sono occupati dei nipoti, una misura evidentemente retroattiva visto che il grosso del lavoro è stato già fatto. Ma quello che vuole evitare la ministra è di fatto che i nonni continuino ad occuparsi dei bimbi.

“Oggi, mentre si parla del rischio di una ripresa dell’epidemia in autunno, davanti alla necessità di prevenire il contagio e tutelare le generazioni più fragili la decisione di Inps è incomprensibile”, commenta la ministra Teresa Bellanova in merito.

La ministra Teresa Bellanova interviene in merito al bonus babysitter, messo in campo dal governo per sostenere le famiglie durante l’emergenza coronavirus, in seguito ai chiarimenti dell’Inps per cui il beneficio può essere indirizzato anche ai nonni, purchè non vivano sotto lo stesso tetto di chi ne fa richiesta.

L’Inps ha deciso di estendere il bonus baby sitter anche ai nonni, una scelta che sinceramente mi lascia perplessa – continua su Facebook la ministra Bellanova.

“Negli ultimi mesi di lockdown, la pandemia ha portato via migliaia dei nostri anziani, mentre tanti di loro sono stati costretti a chiudersi i casa, impossibilitati a vedere figli e nipoti, per difendersi da quel nemico invisibile che è il virus.

Oggi, mentre si parla del rischio di una ripresa dell’epidemia in autunno, davanti alla necessità di prevenire il contagio e tutelare le generazioni più fragili la decisione di Inps è incomprensibile”.

Bonus baby sitter ai nonni, Bellanova: “la misura sarebbe anche giusta, ma…”

teresa bellanova foto facebook

Secondo la ministra di Italia Viva, la misura è giusta e necessaria: ma non dovrebbe incentivare le persone anziane a prendersi cura dei nipoti, aumentando i rischi di contagio proprio per la categoria più a rischio.

Quello che vorrebbe Bellanova, è piuttosto favorire l’assunzione di giovani, facendoli entrare nel mercato del lavoro in un momento in cui preoccupa fortemente la disoccupazione.

“Il bonus babysitter è una misura giusta, assicura alle famiglie sostegno, andando incontro soprattutto alle donne, su cui ricade maggiormente il peso del lavoro di cura e la necessità di destreggiarsi fra casa e occupazione – dice la ministra.

Ma perché mettere a repentaglio la salute delle generazioni anziane, quando si potrebbe piuttosto investire quei soldi per assumere ragazze e ragazzi giovani, spesso portatori di professionalità e competenze specifiche, magari legate ai servizi educativi e per l’infanzia, favorendo così il loro ingresso nel mercato del lavoro?”

LEGGI ANCHE -> Alex Zanardi, ultime notizie, il bollettino medico di oggi

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, l’Oms insiste:Il peggio deve ancora arrivare