Marco Pantani, chi era il ciclista? Età, carriera e morte del Pirata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:20

Scopriamo chi era Marco Pantani, il grande ciclista morto nel 2004 a causa di un’overdose. Età e carriera del campione di Cesena.

Marco Pantani (fonte gettyimages)
Marco Pantani (fonte gettyimages)

Nella sua carriera da ciclista, Pantani è stato un campione. Considerato uno dei più grandi scalatori di sempre, riuscì ad ottenere 46 vittorie facendosi riconoscere nella corsa a tappe, vinse la medaglia di bronzo nel 1995 ai mondiali in linea e realizzò la famosa doppietta “Giro-Tour” nel 1998. Un’impresa che riuscì solo a pochi altri ciclisti.

Pantani, biografia

Marco Pantani (fonte gettyimages)
Marco Pantani (fonte gettyimages)

Pantani nasce a Cesena il 13 gennaio 1970. Fin da piccolo mostra una grande passione per lo sport e quando il nonno gli regala una bicicletta, Marco capisce subito quale sia il suo destino.

Tempo dopo si tessera nel G.C. Fausto Coppi dove manifesta indubbie doti da scalatore, vincendo molte gare.

La sua carriera, però, esplode nel 1994. Partecipa sia al Giro d’Italia sia al Tour de France, arrivando rispettivamente secondo e terzo. Riesce anche a guadagnarsi la maglia bianca come miglior giovane della manifestazione.

Nel 1995 il primo grave incidente. Durante un allenamento si scontra con una macchina: il colpo lo costringe per diverso tempo in ospedale, non consetendogli di partecipare al Giro d’Italia. Proprio quest’anno sfoggia il look che lo ha sempre contraddistinto e che gli ha fatto guadagnare l’appellativo di Pirata: capelli rasati, bandana e orecchino al lobo.

Sempre nello stesso anno il secondo incidente: nella discesa di Pino Torinese, insieme ad altri corridori, viene investito da un fuoristrada che viaggiava in senso contrario. Immediatamente trasportato al CTO del capoluogo piemotese, gli viene riscontrata una frattura di tibia e perone e la probabilità di perdere un arto.

Nonostante ciò, Pantani a sei mesi dall’incidente, nel 1996, torna di nuovo in sella, pronto a disputare nuove gare.

Nel 1998 arriva la doppietta del Giro d’Italia e del Tour de France che lo consacra come uno dei più grandi ciclisti di quel tempo.

Marco Pantani, squalifica

Marco Pantani (fonte gettyimages)
Marco Pantani (fonte gettyimages)

Nel 1999 arriva a Madonna di Campiglio, la squalifica per doping. I test effettuati in precedenza riscontravano nel sangue del ciclista una concentrazione di globuli rossi superiore al consentito. Infatti il valore dell’ematocrito era del 52% rispetto al limite fissato al 50%. A causa di questo Pantani subisce una sospensione di 15 giorni che gli impedisce di partecipare alla “Corsa rosa”.

Marco Pantani, morte

Il ciclista viene ritrovato morto il 14 febbraio del 2004 nella stanza del suo residence a Rimini.

L’autopsia ha rivelato che la causa della morte è stata un’overdose di cocaina che gli aveva provocato un edeme polmonare e cerebrale.

La famiglia ancora oggi non crede che Pantani si sia suicidato e ha sempre ritenuto che fosse stato assassinato.

Purtroppo ancora oggi la sua morte è circondata da un grande mistero, in cui pare che anche la Camorra abbia una parte attiva nella vicenda

LEGGI ANCHE >>> Le Iene Com’è morto Marco Pantani: stasera su Italia lo speciale sul Pirata

LEGGI ANCHE >>> Morte Marco Pantani, il generale Rapetto rivela un clamoroso retroscena